Avanti Puscas: "Palermo il posto giusto per me, Stellone mi insegnerà tanto"

La doppietta in nazionale under 21 e il gol da tre punti a Lecce: magic moment per la punta romena. "Le occasioni le avevo già avute, ma la palla non voleva entrare. I consigli del mister, che è stato un grande attaccante, mi saranno di tanto aiuto"

Puscas, 22 anni, intervistato a fine partita - foto Gabriele Chilla

Palermo, avanti Puscas. I sette giorni d’oro dell’attaccante romeno: prima la doppietta con la nazionale – impreziosita dalla qualificazione agli Europei Under21 -  poi il primo tap in vincente in maglia rosa. Adesso l'attaccante non intende fermarsi: “Sogno il gol davanti ai nostri tifosi, questo è il posto giusto per me”.

Non ha dubbi George Puscas: Palermo è il posto ideale per crescere e consacrarsi. Ci sono volute ben sette partite perché l’attaccante 22enne riuscisse a sbloccarsi, ma alla fine ne è valsa la pena. Perché il primo sigillo in maglia rosa pesa come un macigno. “E' normale – dice in sala stampa - che mi sarebbe piaciuto segnare già prima. Sono arrivato a Palermo un po’ più tardi dei miei compagni di squadra, ma non sono un tipo che cerca alibi. Le occasioni – confessa - le ho avute, non posso negarlo, la palla però non voleva entrare. La cosa più importante  è che alla fine questo gol sia arrivato, e che soprattutto sia servito a portare a casa i tre punti. Un bottino che ci ha permesso di scalare qualche posizione in classifica. Sapevo che la palla sarebbe arrivata in quel punto, mi sono fatto trovare pronto, ho calciato fortissimo e sono riuscito a battere il portiere avversario”.

Puscas-3

E non è un caso che il miglior Puscas visto finora, coincida con l’arrivo a Palermo di Roberto Stellone. Uno che in carriera da centravanti ha superato la soglia dei 100 gol. “Il mister – continua l'attaccante – essendo un ex attaccante, non appena arrivato mi ha subito detto delle cose molto importanti. Da lui, sono sicuro, che potrò imparare tantissimo. In questa squadra non sto crescendo solo io ma tutto il gruppo. Miglioriamo di giornata in giornata e alla fine è questo quello che conta.  Abbiamo avuto tanto tempo per ascoltare e assimilare i concetti del nostro tecnico. Siamo tanti in squadra, tutti importanti, spetta a noi far bene in campo per renderlo felice. La squadra conosceva l’allenatore, a mio avviso è stato un passaggio giusto, naturalmente però dobbiamo continuare a fare punti e non cullarci per queste due vittorie.

Archiviata la bella vittoria di Lecce per il Palermo è tempo di pensare al Venezia. Venerdì sera alle ore 21 arriva la squadra allenata da Zenga, ed è proprio lì che Puscas spera di poter essere. In campo e preferibilmente dal primo minuto. “Darei tutto per segnare anche davanti ai miei tifosi. Io mi alleno bene e sono sicuro che questo momento arriverà presto. Con Nestorovski, così come con tutti gli altri, mi trovo benissimo. Non ho mai riscontrato difficoltà nel giocare in attacco con un mio compagno di squadra, anzi. I concetti sono quelli giusti, così come la strada intrapresa. Quando entriamo in campo sappiamo cosa fare per vincere. Sono sempre più convinto – conclude Puscas – che questo sia il posto giusto per me”.

Segui il Palermo in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento