Difesa sempre bucata e zero vittorie L'Sos rosa: Silvestre occorre subito

Da quando l'argentino si è fatto male il Palermo ha conquistato soltanto un punto e subito dieci reti. La linea a tre, nonostante gli errori iniziali, può essere una soluzione per sopperire all'assenza del sudamericano

Sos, Silvestre occorre subito. Quando il difensore argentino s'è fatto male a Siena, il Palermo non aveva ancora preso gol nonostante dieci minuti in inferiorità numerica per l'espulsione di Balzaretti. I rosanero erano a 4 punti dall'Europa League.  Dal forfait dell'ex Catania è cominciata la picchiata verso il basso. Dieci gol subiti in quattro partite (Siena compresa), la miseria di un punto conquistato. E adesso il quinto posto dista 12 lunghezze. Sabato arriva l'Udinese di Di Natale e, a meno di miracoli, Silvestre sarà ancora assente perché non ha ancora smaltito la distrazione muscolare alla coscia destra.

SOLUZIONE DIFESA A 3. Eppure ieri un piccolo passo in avanti la retroguardia rosanero lo ha compiuto con lo schieramento a tre tanto caro al presidente Zamparini. Vero è che ai primi assalti Labrin, Mantovani e Munoz hanno ballato parecchio però col passare del minuti il Lecce si è fatto sempre meno pericoloso. E quando ha bussato minaccioso, Viviano ha sempre serrato bene la porta.

L'IMPORTANZA DI AVERE SILVESTRE. Anche con la Roma il pacchetto arretrato era sembrato meno traballante rispetto alle uscite con Siena e Milan, resta però il fatto che quando non c'è Silvestre i rosanero non riescono a mantenere la porta inviolata. Non è che con l'argentino siano una cassaforte inespugnabile, ma i numeri parlano chiaro. Nelle 24 partite giocate con l'argentino (non si conta Siena) il Palermo ha subito 35 reti, media di 1,45 a partita. Nelle ultime 4 gare senza il numero 3 al centro della difesa la media è salita a 2,5. Soltanto in sei occasioni, tra Mangia e Mutti, i rosanero sono riusciti a tenere abbassata la saracinesca, Silvestre c'era sempre.

MIGLIACCIO MIGLIOR PARTNER.  Accanto all'argentino sinora hanno giocato Migliaccio, Cetto e Mantovani. Nonostante Mutti lo consideri fondamentale in mezzo al campo, sinora il miglior compagno di difesa di Matias è stato proprio il numero otto. Nove gare insieme da muro davanti alla difesa e 12 gol incassati (media 1,33 a partita), segue l'accoppiata con Cetto sei partite e 10 reti prese (media 1,66). Ultima la coppia Mantovani-Silvestre che dovrebbe ricomporsi col ritorno del sudamericano: sette match e 12 palloni in fondo al sacco (media 1,71).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

  • Incidente nella notte ad Altofonte, scontro frontale tra auto: morto 31enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento