Il Palermo riparte da Diego Lopez, contratto fino al 2018: "Credo nella salvezza"

Toccherà all'uruguaiano, che vanta circa 200 presenze in serie A da giocatore, cercare di cambiare rotta. "Penso sia per me un'opportunità grande e unica, di mercato parlerò con Salerno". Primo impegno la sfida contro il Napoli

Diego Lopez con Nicola Salerno - foto Andrea Caruso

Fumata bianca a Milano. Diego Lopez sarà il quarto allenatore stagionale del club rosanero. Ballardini, De Zerbi, Corini e infine il tecnico uruguaiano. Da qui a fine stagione, però, non è detto che l’imprenditore friulano possa decidere nuovamente di stravolgere tutto. L’ex tecnico di Bologna e Cagliari, dopo un lungo colloquio svoltosi nella giornata di ieri nel capoluogo lombardo insieme a Zamparini e Salerno, ha firmato un contratto che lo legherà al club di viale del Fante per i prossimi due anni.

diego lopez 2-3-2Lopez è atterrato stamattina all'aeroporto Falcone-Borsellino (foto a destra), poi è andato in sede (GUARDA IL VIDEO), quindi di pomeriggio si recherà a Boccadifalco per di per conoscere la squadra e preparare il prossimo impegno di campionato contro il Napoli. "Penso sia per me un'opportunità grande e unica - ha detto Lopez - perchè Palermo è una città e una squadra importante. Ieri ho incontrato il presidente, la prima cosa che mi ha detto è di cercare di fare bene quest'anno ed è importante perchè ci crede. Sappiamo tutti che la situazione è difficile e complicata. Ma io ci credo perchè sono qua e penso che parlare serve a poco. Ovviamente si è parlato anche della prossima stagione, ma c'è da lavorare, mi tengo stretto la fiducia del direttore Salerno, che penso sia stata determinante".

Diego Lopez non ha fatto particolari richieste a Zamparini: "E' il direttore la persona più idonea per parlare di mercato - continua - e io mi confronto con lui, per il resto non ho chiesto niente. Un messaggio ai tifosi? Bisogna rispettarli per i sacrifici che fanno sempre abitando in un'isola, io sono stato tanti anni a Cagliari e so che significa, dobbiamo rispettarli e lavorare".

Il neo tecnico rosanero, avendo ricoperto nella sua lunga carriera da calciatore il ruolo di difensore, dovrà iniziare quanto prima a dare una sistemata al reparto difensivo del Palermo. Troppi gol subiti, ma soprattutto tante disattenzioni che ad oggi sono costate care al club rosanero. Soprannominato "El Memo" per il suo essere sbadato, Lopez, nonostante la poca esperienza da allenatore nella massima serie, conosce molto bene il campionato italiano. Una carriera al servizio del Cagliari, tanto da riuscire a collezionare più di 300 presenze con il club sardo (circa duecento in serie A). Definito dallo stesso Cellino come "una delle persone più testarde che possano esistere", è uno di quei tecnici che alla fine - nel bene o nel male - sceglie sempre con la propria testa. Il rapporto con Zamparini, dunque, non sarà dei più semplici.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di tony
    tony

    Valigia davanti la porta stile terremoto.a san valentino un cciarrivi.

  • Che dite se la mangia la cassata x pasqua? Ho i miei dubbi. Zamparini ti ricordo che la campagna aquisti non e' di allenatori ma di calciatori quelli veri

  • Caro Zamparini, forse non sai che compatrono della città di Palermo è Santo Nofrio anacoreta, che ha il dono di far trovare le cose perse, e per te , soprattutto la dignità e la serie A, ti trascrivo la preghiera affinche tu possa risparmiarci il balletto annuo degli allenatori: Santu Nofrio piluso piluso, li me cori è tuttu cofusu, pi li vostri sacri pila, fammi ritruvari la dignità entro sta sira. E che il Santo ti ascolti.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Lo schianto col Suv in centro, Mondello sotto choc per la morte del figlio del titolare del bar Renato

  • Cronaca

    E' morta Tindara Agnello, con la sua creatività ha trasformato la vecchia coppola in icona di stile

  • Sport

    Mirri chiama a raccolta i tifosi, Foschi lo stoppa: "Non abbiamo bisogno di collette"

  • Politica

    "Non lascio la tenda, la strada deve essere riaperta": nuova protesta del sindaco di Polizzi

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, camion travolge auto: morto un magistrato

  • Il migliore cardiochirurgo del mondo? Lavora a Villa Sofia: "Così ha salvato una donna"

  • Giovanni e una vita tra toga, famiglia e pallone: "Magistrato di spessore, uomo serio e preparato"

  • Lacrime e silenzio per il funerale di Giovanni Romano: "Quel messaggio senza risposta di domenica notte"

  • Incidente in via Daita, col Suv contro le auto posteggiate e poi si ribalta: morto il figlio del titolare del bar Renato

  • Stroncato da un infarto mentre è in bici: morto avvocato palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento