"Il Bambino che sogna entra a scuola", Max Di Franco incontra gli alunni

Il pallavolista in visita alla scuola plesso G.Fava del Circolo Didattico Monti Iblei nell'ambito del progetto "Alfabetizzazione Motoria"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

E' nell'ambito del progetto "Alfabetizzazione Motoria", promosso dal Coni e dal Miur, che si colloca l'intervento del pallavolista Max Di Franco:già centrale Sisley Treviso che nel campionato di serie A1 appena concluso ha militato nella Cmc Ravenna. Il 21 maggio incontrerà gli alunni delle classi che hanno partecipato al progetto, presso il plesso G.Fava del Circolo Didattico Monti Iblei, di via Monte San Calogero a Palermo.

Max racconterà la sua storia e si presterà a soddisfare le curiosità dei giovani spettatori,prima di una dimostrazione di volley in palestra. Questa esperienza extracurriculare,organizzata dal Preside Dottor Giovanni Cigna,dalla Vicaria Dott.ssa Enrica Rinaldi e coordinata dall'esperta incaricata dal Coni Dott.ssa Maria P.Gugliotta ,è volta a dare uno spunto di riflessione agli alunni:la realtà che presenterà Max è infatti diametralmente opposta alla loro.Di Franco si troverà infatti davanti bambini molto più fortunati di lui perché appartengono ad una fascia sociale medio-alta.

Lo scopo della sua visita sarà quello di testimoniare che con forza,coraggio,impegno e determinazione i sogni si possono realizzare:lui rispetto agli alunni del Monti Iblei era molto svantaggiato a livello socio-economico e ha trovato nello sport il suo riscatto di vita. La storia, vincitrice del premio della critica Gregorio Napoli allo Sportfilmfestival nel 2011 è già un libro, edito da Galassia Arte e a breve diverrà anche una docufiction.

Questa visita a scuola non è il primo impegno sociale di Max,che dal 2011 è testimonial di Aurora Onlus(associazione che si occupa della valorizzazione dei soggetti autistici) e da qualche mese è legato alla Fratres con una campagna pubblicitaria che ha lo scopo di sensibilizzare alla donazione di sangue ed emoderivati, di cui sarà presto divulgato uno spot girato a Palermo.

Torna su
PalermoToday è in caricamento