La domenica senza campionato del Palermo: partitella al Barbera con la testa al... Savoia

Niente trasferta a Corigliano per lo stop alla serie D deciso a causa dell'emergenza Coronavirus. Ma la squadra di Pergolizzi prosegue la preparazione. Si svuota l'infermeria: quattro mesi dopo l'infortunio al legamento crociato del ginocchio, si rivede Corsino

Un'insolita domenica senza pallone. Dopo aver paralizzato i massimi campionati italiani, il Coronavirus ha bloccato anche la serie D: niente partita quindi per il Palermo, che proprio in queste ore avrebbe dovuto giocare in trasferta sul campo del Corigliano. E invece Ricciardo e compagni si sono dovuti accontentare solo di un test in famiglia - rigorosamente a porte chiuse - disputato stamattina al Renzo Barbera. La società rosanero, da diversi giorni, ha deciso di proseguire la consueta preparazione esclusivamente all’interno delle mura della Favorita, abbandonando per il momento l’impianto di Boccadifalco.

"Tutti gli ambienti dello stadio - ha comunicato la società rosanero - saranno sanificati quotidianamente secondo le disposizioni ricevute dalla Federazione Medico Sportiva Italiana”. Nonostante lo stop al campionato, il Palermo proverà comunque a non perdere quella mentalità ritrovata proprio in occasione dell’ultimo impegno casalingo, vinto per 4-0 contro il Nola, aspettando chiaramente di conoscere il proprio futuro imminente.

Già dalla giornata di domani, quando il Consiglio direttivo della Lega Nazionale Dilettanti si riunirà per stabilire le date ufficiali del recupero della 27esima giornata di campionato, rinviata nei giorni scorsi per consentire anche a tutti i club dilettantistici di potersi adeguare al decreto della presidenza del Consiglio. Non è da escludere che alla fine il Palermo possa riprendere il proprio cammino verso la C direttamente dallo scontro diretto con il Savoia, qualora il Consiglio dovesse decidere di non optare per uno slittamento del calendario di una settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto dalle parti di viale del Fante sembra essersi svuotata l’infermeria, fatta eccezione per l’argentino Santana. Perché in campo agli ordini di Pergolizzi si è rivisto anche il centrocampista palermitano Corsino, quattro mesi dopo a rottura del legamento crociato del ginocchio. Notizie che fanno certamente sorridere Pergolizzi, anche se la speranza maggiore per il tecnico rosanero è quella di ritrovare il miglior Ricciardo, magari proprio in vista dello scontro diretto con il Savoia. Novanta minuti che potrebbero anche decidere le sorti di questa prima stagione del nuovo Palermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia: +91 rispetto a ieri, salgono a 13 i morti

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Boom di contagi Coronavirus in residenza sanitaria a Villafrati, Razza: "Struttura isolata"

Torna su
PalermoToday è in caricamento