Corini tra Unicredit e Genoa: "Dimostriamo di essere uomini"

Il tecnico sulla questione fido: "Nessun ripensamento, spero che la società riesca a risolvere i propri problemi. Noi la squadra più scarsa d'Europa? Sono dati oggettivi, spero ci serva come stimolo". Su Diamanti: "Determinante per questo gruppo"

“Ripensamenti? Assolutamente no. E' arrivato il momento di essere uomini. Io e la squadra dobbiamo prenderci le nostre responsabilità”. Eugenio Corini non ha dubbi. Sapeva le difficoltà e l’ambiente che avrebbe trovato. E sul fido bloccato del patron Zamparini il tecnico rosanero ha precisato che “spero si possa risolvere tutto nel più breve tempo possibile. Sono sicuro che la società farà il massimo per uscirne indenne”. La fortuna, in questo momento, non si colora sicuramente di rosanero. Tegole fuori e dentro dal campo. Domani alle 20.45 c’è il Genoa e Corini vuole una scossa da parte dei suoi giocatori: “In questa settimana – racconta - ho lavorato tanto sul piano tecnico tanto quanto sul quello mentale. Questa lunga e asfissiante serie di sconfitte consecutive sta davvero pesando tantissimo nella testa dei giocatori. Non basta allenarsi bene, devono assolutamente migliorare dal punto di vista mentale. La squadra deve essere consapevole del fatto che siamo ultimi, senza dimenticare, però, che mancano ancora tante partite. C’è tempo per uscire da questa situazione. In queste casi bisogna dimostrare alla gente di Palermo di essere uomini. Cerco di dare uno stimolo continuo a questi ragazzi, confrontandomi tantissimo con loro. Dopo la partita col Chievo ho pensato a cosa poter dire a tutti quei tifosi che erano venuti allo stadio solo per noi. Ci hanno dato fiducia e abbiamo perso. Questa squadra non deve mollare, dobbiamo rimanere aggrappati e crederci fino all’ultimo”.

E sul video che dipinge il club rosanero come la squadra più scarsa d’Europa Corini ha confessato che “ne ho parlato con il resto del gruppo. I dati oggettivi dicono questo. Ho detto alla squadra: volete essere davvero la squadra più scarsa d’Europa? Volete davvero cambiare questi dati? Spero solo che video come questi possano stimolarli ulteriormente a fare di più. I miei giocatori hanno il dovere di migliorarsi individualmente così che possa migliorare il gruppo. Penso ogni secondo a come poter risollevare le sorti del club”.

Quella che potrebbe scendere in campo domani dal primo minuto, sarà una formazione diversa rispetto a quella vista contro Fiorentina e Chievo. “Dopo il match perso in casa – spiega Corini – ho pensato di variare un po’ per aggiungere maggiore equilibrio e corsa. Sappiamo che il Genoa attacca molto bene e soprattutto con molti uomini. Dovremo essere bravi a sfruttare ogni possibile occasione, soprattutto in contropiede. Dobbiamo essere imprevedibili e non dare punti di riferimento alla squadra avversaria. Indubbiamente quella di domani non è una partita semplice”.

Sul fantasista rosanero Alessandro Diamanti il tecnico rosanero ha detto che “che sia dall’inizio o partita in corso, ‘Alino’ è determinante per questo gruppo. Stiamo parlando di un giocatore che è in grado di fare la differenza. Per noi è molto importante e sulla sua presenza in campo dal primo minuto deciderò nelle prossime ore”. Dopo il match di Genova il Palermo si giocherà gran parte del campionato in due scontri diretti contro Pescara ed Empoli. “Saranno sicuramente delle finali – dice Corini - . Quello che penso, però,  è che in questo momento sia sbagliato pensare all’Empoli o al Pescara. Come posso pensare alle dirette avversarie se non riusciamo neanche a muovere la classifica? Se rimaniamo fermi non abbiamo a cosa pensare. Dipende tutto da noi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento