Continua l'imbattibilità del Bagheria in casa, Stefanese ko

Passa in vantaggio la Stefanese, ma Nave e Agiato mantengono l'imbattibilità del Bagheria in casa.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

SANTA FLAVIA – Il Bagheria torna alla vittoria riscattando così la sconfitta di sette giorni fa con il Gangi. La gara disputata sabato sul terreno di gioco di Santa Flavia è stata piacevole e giocata a viso aperto da entrambe le compagini ed ha tenuto fino alla fine con il fiato sospeso gli spettatori presenti. La Stefanese si presentava sul terreno di gioco priva di alcuni importanti elementi quali lo squalificato Castiglia e gli indisponibili Porcello e Carbonetto ma nonostante tutto ha tenuto testa alla compagine bagherese. Certo dopo essere passata in vantaggio la squadra di mister Marguglio ha anche accarezzato l’ipotesi di uscire dal terreno di gioco con un risultato positivo potendo contare su un reparto arretrato capace di subire una sola rete fino alla gara di sabato ma ha dovuto fare i conti con la rabbiosa reazione del Bagheria.

La formazione nero-azzurra nonostante lo svantaggio iniziale ha avuto il merito di non disunirsi ed ha continuato ad attaccare come se il risultato fosse ancora della parità iniziale e così prima ha pareggiato in conti con Nave che, ha bissato il gol di sette giorni fa a Gangi, e poi operato il sorpasso con un altro colpo di testa di Agiato su assist al bacio di Aiello. Fin dalle prime battute della gara il Bagheria ha pigiato sull’acceleratore costringendo la formazione ospite a indietreggiare ma nonostante il dispendio di energie profuse e continui cambiamenti di fronte non riusciva a fare breccia nella munita retroguardia ospite. Anzi erano proprio gli ospiti che, approfittando di un errato disimpegno dei locali, si portavano in vantaggio con Biundo, tra i migliori della formazione arancio-nera, che con un gran tiro mandava la sfera sotto l’incrocio dei pali dove nulla poteva fare Buttacavoli. Il Bagheria nonostante la rete al passivo continuava a martellare gli ospiti che si vedevano costretti spesso al fallo tattico per cercare di arginare le giocate dei ragazzi di Mineo.

A coronamento di questa grande spinta arrivava puntuale la rete del pareggio appena dieci minuti dopo. Agiato conquistava una punizione sul cui punto di battuta si presentava De Lisi che metteva in mezzo la sfera sulla quale si avventava in grande elevazione Nave che non lasciava scampo al portiere ospite ristabilendo la parità. Sulle ali dell’entusiasmo i locali continuano a premere alla ricerca della rete del sorpasso ed al 40’ Aiello si libera in area e scarica un gran tiro che viene respinto dal portiere ospite e successivamente la difesa, seppure in affanno, riesce a liberare. Quando tutto lasciava presagire un finale di tempo fermo sul risultato di parità arrivava la rete del sorpasso. Il Bagheria catturava palla a centrocampo che veniva smistata sull’out di destra dove si involava Aiello che saltava in velocità un avversario e giunto sul fondo la rimetteva in mezzo dove si avventava come un falco Agiato che di testa la girava sul palo lontano dove nulla poteva fare Chiaramonte. Due a uno e risultato ribaltato. Dopo appena un minuto di recupero le squadre andavano negli spogliatoi con i locali in vantaggio di una rete. La ripresa vedeva subito in campo nel Bagheria Leo Tomasello al posto dell’infortunato Mirabelli mentre gli ospiti presentavano lo stesso schieramento con il quale avevano terminato la prima frazione di gioco dove l’unica differenza era rappresentata da Russo che al 20’ aveva preso il posto dell’infortunato Ciardo. In apertura di ripresa il Bagheria andava vicinissimo alla terza rete con Tomasello la cui conclusione da dentro l’area di rigore finiva di poco a lato. Gli ospiti rispondevano con il solito Biundo ma la sfera finiva fuori di poco. Le squadre si fronteggiano a viso aperto allungandosi e così ogni azione lascia in ambasce il pubblico presente. I locali cercano la rete della sicurezza mentre gli ospiti premono alla ricerca del pareggio. Nel Bagheria si da un gran da fare Luca Tomasello che fa praticamente reparto da solo tenendo in apprensione la difesa ospite spizzando di testa palloni invitanti per i compagni e soprattutto quando la situazione lo richiede tenendo palla e facendo respirare tutta la squadra. Intorno alla mezz’ora gli ospiti vanno vicini alla rete del pari ma il colpo di testa di Pecoraro, complice anche una deviazione di Buttacavoli, centra il palo della porta bagherese.

Il Bagheria scampato il pericolo risponde con Aiello che prova a sorprendere il portiere ospite con un lob dalla distanza che si perde fuori di poco. Poi è la volta di Luca Tomasello che seppure da posizione defilata calciava in porta ma Chiaramonte respingeva di pugno. Iniziava la girandola delle sostituzioni con mister Mineo che lasciava spazio al debutto di Di Maggio che subito si presentava ai suoi nuovi tifosi incrociando sul palo lontano un cross di Aiello ma Chiaramonte, con un gran volo sulla sua sinistra, negava all’attaccante bagherese la gioia della prima marcatura stagionale. Così dopo 4 minuti di recupero arrivava il triplice fischio del direttore di gara che sanciva la vittoria del Bagheria che dunque sale a quota dieci in classifica tenendo a debita distanza la zona calda superando in graduatoria proprio la Stefanese che rimane ferma ad otto punti.

A guardare la partita era ovviamente presente il direttore sportivo Fabio Sanfilippo che ai nostri microfoni ha commentato così: “Le vittorie fanno sempre bene, danno morale e convinzione nei propri mezzi e in casa 3 su 3 direi benissimo” Ha segnato Nave, uno dei ragazzi che proprio il direttore Sanfilippo si è trascinato con sé dal Bolognetta: “Contento per il gol di Federico, ma bravo mister Mineo che con il cambio di ruolo lo ha avvicinato di più verso la porta avversaria. Nave ha fatto secondo me la migliore partita fin adesso difendendo in maniera egregia e attacco altrettanto bene. Lui, ma anche Buttacavoli si sono inseriti benissimo in gruppo che già è bello e forte di suo. Le loro prestazioni migliorano di settimana in settimana. Come mi trovo a Bagheria? Non direi bene ma benissimo, la società è seria, organizzata, costituita da persone, in primis il presidente Scardina, che sanno fare calcio organizzato in tutti i settori. Dal settore giovanile alla prima squadra ho trovato una mentalità professionale ed è quella che vogliamo condurre e portare avanti negli anni.” Infine abbiamo chiesto al direttore Sanfilippo quando vedremo il Bagheria Città delle Ville vincente anche in trasferta: “Sono sicuro che vedremo ben presto vincere il Bagheria anche fuori casa. La promozione è un campionato lungo e competitivo ma noi siamo sulla buona strada. Mister Mineo lavora in maniera quasi maniacale e il lavoro paga sempre.” La prossima settimana si tornerà in trasferta per affrontare la Folgore di Sant’Agata, ieri sconfitta in casa dalla corazzata Gangi, che naturalmente cercherà di sfruttare il fattore campo per cercare punti salvezza mentre il Bagheria cercherà di dare un seguito alla buona prestazione offerta ieri.

Bagheria C.d.V. 2 Stefanese 1

Bagheria C.d.V.: Buttacavoli, Nave, Accomando, Graziano (39’st Cinà), Gagliano, Centineo, Aiello, De Lisi, Tomasello S. (46’st Di Maggio), Agiato (31’st Intermoia), Mirabelli (1’st Tomasello L.). All. Mineo

Stefanese: Chiaramonte, Pecoraro, Buonocore G., Arno, Patti (25’st Caurro), Ferrara, Grillo, Di Stefano (32’st Buonocore R.), Biundo, Marsala (43’st Calanni), Ciardo (20’ Russo). All. Marguglio Arbitro: Zangara di Palermo.

Marcatori: 21’ Biundo; 29’ Nave; 44’ Agiato.

Articolo Giulio Galioto

Interviste Manuel Busetta

Torna su
PalermoToday è in caricamento