"Calci vostri", Palermo nel destino del catanese Cammarata: "Tutto cambiò dopo Raciti"

Emozioni, aneddoti e retroscena sono condensati nel libro (edito da A&G) presentato ieri al Pmo Coworking. Dal rapporto burrascoso con Lo Monaco all'abboccamento con Zamparini. E poi tanti ricordi: "Indimenticabile il gol di Mascara da centrocampo nel derby"

Claudio Cammarata

C'è pure Palermo nel destino sportivo del catanese Claudio Cammarata. E una data spartiacque: 2 febbraio 2007, il giorno infausto del derby Catania-Palermo, culminato con la morte dell'ispettore Raciti. "Ho capito cosa significa il calcio a certi livelli in occasione di quel tragico evento. Nella mia carriera di dirigente c'è un prima e un dopo Raciti" dice Cammarata, all'epoca dei fatti delegato alla sicurezza del Catania.

Emozioni (non solo negative), aneddoti e retroscena sono condensati nel libro "Calci vostri" - edito da A&G - presentato ieri al Pmo Coworking di via Principe di Belmonte. Un volume che Cammarata ha scritto da battitore libero. Un campionario di vita vissuta, dentro il campo e dietro una scrivania, che parte dall'oratorio dei Salesiani di Cibali e arriva allo stadio "Massimino". "Da calciatore ho militato massimo in serie D, da dirigente sono arrivato in A". Nel racconto spiccano anche personaggi con un certo peso specifico: uno di questi è Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania che nel 2015 ha fatto capolino anche a Palermo. "Lo Monaco - racconta Cammarata - è un 'padre padrone'. Con Pulvirenti era il dominus incontrastato, discorso diverso con Zamaparini e Preziosi nelle sue esperienze col Palermo e il Genoa". 

calci vostri-2Al Catania, il rapporto tra Lo Monaco e Cammarata s'incrina proprio per questioni d'incompatibilità caratteriale. "E dire - sottolinea l'attuale dirigente del Licata - che all'inizio quando lui era al Brescia e io all'Atletico Catania c'era una bella intesa. Come in occasione dell'operazione che portò Franco Lerda dalla squadra lombarda in Sicilia. Con lui in attacco abbiamo sfiorato la promozione in B...". Atletico Catania fa rima con Franco Proto, presidente che ha portato la squadra catanese dalle stelle alle stalle: "E' l'unico presidente che nel calcio professionistico ha subito due radiazioni: con l'Atletico Catania e più recentemente con l'Acr Messina".

Come in un'altalena, testimonianze dirette e ricordi vanno su e giù. E incrociano, ancora una volta, Palermo. "Indimenticabile il gol di Mascara da centrocampo nel derby". I rosanero mettono lo zampino anche nel giorno in cui Cammarata ha compiuto 50 anni: "Un compleanno rovinato da una sconfitta del Catania". Correva l'anno 2012. Poco tempo dopo, nel 2015, quell'abboccamento con la società di viale del Fante: "Ci furono dei contatti - conclude Cammarata - ma non si è arrivati al matrimonio". Questione di destino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento