Palermo-Mirri: fumata nera, spunta un’offerta da 50 milioni per rilevare il club

A vuoto l’ultimo tentativo per trovare un accordo con l’imprenditore palermitano. Foschi avrebbe detto no perché ci sarebbe un interessamento di una cordata americana. Intanto un prestito bancario garantito potrebbe risolvere il problema stipendi ed evitare il -4

Rino Foschi e Maurizio Zamparini

Palermo-Mirri, fumata nera: la trattativa è ufficialmente arenata, l’imprenditore palermitano si è visto costretto a fare un passo indietro perché a corteggiare il club rosanero al momento ci sarebbe una misteriosa cordata americana pronta a mettere sul piatto 50 milioni di euro per ripianare i debiti del club.Sarebbe stato questo dunque il motivo che avrebbe portato Rino Foschi a chiudere ufficialmente l’ipotesi Mirri, dopo che questo pomeriggio si è svolto l’ennesimo incontro fra le due parti.

Un "vertice della disperazione", il cui unico obiettivo era quello di giungere a un esito positivo anche e soprattutto per riuscire a far fronte agli stipendi. E invece sia Foschi che Mirri si sarebbe voltati le spalle senza alcuna intenzione di rincontrarsi. Trattativa ufficialmente arenata. Mirri aveva offerto circa tre milioni di euro in cambio della gestione della pubblicità dentro lo stadio per i prossimi 5 anni. Offerta ritenuta non congrua dall’attuale presidente Foschi. Solo per l’anno in corso infatti il Palermo incassa circa 1,5 milioni. Dal canto suo però l’imprenditore palermitano rischierebbe il capitale investito in caso di mancata cessione della società e quindi di fallimento.

Ora c’è da capire quanto possa essere concreto l’interessamento della cordata americana, il cui nome è ancora top secret. Nei giorni scorsi si era parlato della York Capital e della Carisma. Intanto per scongiurare la penalizzazione (-4) si sta pensando a una soluzione interna. E cioè un finanziamento bancario garantito. Dalla società non si hanno conferme. E il tempo stringe: lunedì il giorno della verità.

I fratelli Mirri, Dario e Daniele, in un comunicato sottolineano gli sforzi compiuti, "con grande senso di responsabilità", per riprendere la trattativa e "trovare una soluzione che eviti la penalizzazione in classifica". "In quest’ottica - aggiungono - la Damir srl ha accettato di assumere dei rischi che vanno ben oltre le logiche imprenditoriali, riducendo le proprie richieste ai limiti del ragionevole e rendendosi disponibile a procedere all’immediato versamento delle somme (per un importo pari a 2,8 milioni netti) occorrenti per evitare la penalizzazione. Il tutto a fronte delle possibilità di ottenere un contratto commerciale di affidamento della pubblicità di durata quadriennale, con pagamento anticipato del canone e garantendo pure un sistema di royalties legate ai volumi di fatturato raggiunto (in un contesto nel quale è la Palermo Calcio stessa ad aver dichiarato che gli introiti pubblicitari sono pari ad 1.070.000,00 di euro annui lordi)".

Un "rischio", puntalizzano i Mirri, che "si era pronti ad accettare senza certezza alcuna sulla sopravvivenza allo stato della società Palermo Calcio e sulla effettiva possibilità di conseguenza di poter usufruire degli spazi pubblicitari per i quattro anni previsti nella bozza di contratto. Nonostante ciò, la società Palermo Calcio ha ancora una volta improvvisamente comunicato di voler sospendere le trattative, avendo notizia dell’interessamento di un fondo americano o di altri potenziali acquirenti pronti a offrire condizioni strabilianti".

"L’augurio della famiglia Mirri, come quello di tutti coloro che nutrono il medesimo attaccamento ai colori rosanero e lo stesso amore per la città di Palermo, -- si legge in conclusione - è che gli annunciati investitori si facciano immediatamente avanti e che la società Palermo Calcio definisca l’operazione tempestivamente, affinché non solo si eviti una penalizzazione che potrebbe risultare decisiva per raggiungere il traguardo della serie A, ma si ponga fine a una mortificazione che la squadra, i tifosi e la città di certo non meritano".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Nell’ultimo mese si sono interessati -Follieri -Spinelli -3 cordate americane E nessuno che ha concluso. Bah

  • Le solite misteriose cordate made in Zamparini, a tirar i fili c'è sempre lo Zampa

  • Adesso arrivano altri squattrinati misteriosi

  • L'unica vera cordata seria: S.P.Q.R. Stigghiulara Palermitani Quarumara Riuniti.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Falcone, i ragazzi e una città che non dimentica: Palermo celebra un altro 23 maggio | DIRETTA

  • Politica

    Aula bunker, Orlando saluta Conte e poi va via: "No ai comizi"

  • Cronaca

    Il monito di Maria Falcone: "23 maggio sia festa di unità nazionale contro la mafia"

  • Cronaca

    "Contro il ministro delle interiora, 49 milioni di stigghiola": lenzuoli e adesivi contro Salvini

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • Circoscrizioni a Palermo, gli indirizzi e i recapiti delle otto zone della città

Torna su
PalermoToday è in caricamento