Europei cadetti di judo, festeggia Villabate: medaglia d’argento a Giulia Giorgi

A Sarajevo la 15enne sfiora la vetta europea nei 40 kg: "Sono emozioni inspiegabili che faccio fatica a metabolizzare"

Il cielo è (anche) azzurro sopra Sarajevo. Ai campionati europei cadetti di judo festeggia Villabate. Medaglia d’argento a Giulia Giorgi che, ad un soffio dalla vetta europea nei 40 kg, si piazza al secondo posto ad appena 15 anni. La ragazza ha vinto i primi due incontri tra gli applausi. Prima batte la bulgara Georgieva, dopo la francese Lagarde. Poi la finalissima contro Georgia Hagianu. È la rumena a vincere, superando Giulia dopo ben 7 minuti di incontro e soltanto per la differenza di sanzioni. Un podio prestigiosissimo per il mondo della disciplina olimpica su cui, in questa competizione, nessun’altra siciliana sale.

La vicecampionessa d’Europa, ancora in Bosnia in attesa di disputare l’incontro a squadre previsto per domenica 1 luglio, racconta a Palermo Today quei momenti. “Sono emozioni inspiegabili che faccio fatica a metabolizzare. Per la finale rimane un po’ di amaro in bocca, ma un secondo posto ai campionati europei non è da poco - prosegue Giulia Giorgi -. Sono contentissima del risultato raggiunto e del lavoro svolto durante tutto quest’anno, pieno di nuove esperienze e di grandissime emozioni. Se ciò è stato possibile è sicuramente grazie ai miei maestri Marco e Fabrizio Fantauzzo e a tutta la grande famiglia dell’Hydra. Una vittoria di squadra. Ringrazio anche la mia famiglia, i tecnici della nazionale che mi hanno seguito per tutto quest’anno. Voglio sempre fare di più, vogliamo fare di più. Puntiamo sempre più in alto”.

La judoka, trapiantata a Palermo ma originaria di Sciacca che ha mosso i suoi primi passi sportivi ad appena 4 anni, porta un argento in casa Judo Hydra Villabate, una delle più importanti scuole dell’arte marziale in Sicilia. “Una medaglia a livello europeo è il coronamento del percorso trionfale di un anno - spiegano Marco Fantauzzo, direttore tecnico, insieme al figlio Fabrizio, anche lui maestro di judo e in corsa per diventare avvocato -. Giulia ha affrontato gli European Cup raggiungendo due ori e due bronzi. La medaglia all’Europeo pone un sigillo ad un percorso che è stato meraviglioso. È la vittoria di un gruppo intero, di una squadra. Nonostante l’euforia, siamo già al lavoro per fare di più, per salire stavolta sul gradino più alto del podio ai prossimi campionati europei e, perché no, anche mondiali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Francesco Benigno in tv: "Mio padre mi legava con le catene, ho dormito dappertutto"

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento