La pista polacca per Embalo e il futuro dei "picciotti", Beppe Accardi: "Possono restare"

Il procuratore di Luca Fiordilino e Andrea Accardi blinda i due giovani: "Hanno giocato poco, ma per la società sono intoccabili. Ci sono tante partite...". Per il nazionale della Guinea-Bissau si attendono notizie dal Legia Varsavia. "Non può esistere che non riesca a giocare più di 10 minuti"

Accaedi e Fiordilino con l'ex rosanero La Gumina

Spazio ai giovani palermitani? Fino a questo momento neanche per sogno, eppure i "picciotti" potrebbero restare a Palermo. Parola di Beppe Accardi. Stessa situazione anche per Embalo, che però ha iniziato a studiare il polacco: "Aspettiamo notizie dal Legia Varsavia - svela l’agente del giocatore - questa al momento è l’unica ipotesi che abbiamo preso in considerazione".

Soltanto 184 minuti racimolati in campionato per Luca Fiordilino, l’equivalente di due sole partite in tutto il girone d’andata. Peggior sorte è toccata ad Andrea Accardi, ancora in attesa di poter assaporare per la prima volta il terreno di gioco. Tutto infatti sembrava condurre a una repentina cessione invernale e invece entrambi i giocatori potrebbero non cambiare casacca. Dilemma: perché far crescere Haas (di proprietà dell’Atalanta) e non Fiordilino? "La barzelletta - dice Beppe Accardi a PalermoToday - è proprio questa, perché nonostante tutto entrambi i giocatori vengono ancora considerati 'intoccabili'. Certamente il campionato di B è uno dei più pesanti dal punto di vista fisico, ci sono tante partite e quindi penso che il Palermo non voglia privarsi di queste due pedine. In difesa poi è appena partito Struna e non dimentichiamoci che Andrea può giocare sia a destra sia a sinistra. E’ ovvio però che se dovessero arrivare delle offerte allettanti per la crescita dei ragazzi, inizieremo a valutarle con maggiore insistenza, diversamente invece resteremo sereni e felici a Palermo. D’altronde sai la strada che lasci ma non sai mai quella che trovi: perché andar via dalla Sicilia per poi magari rischiare di avere problemi in un altro club che non lotta neanche per la promozione diretta?”.

Ed è esattamente sulla falsariga di Accardi e Fiordilino che si colloca l’anno solare di Carlos Embalo. Un misero gruzzoletto di soli 22’ minuti giocati in campionato, mai in campo da titolare o per più di 10 minuti. “Quello che più mi interessa - continua Accardi - è che il ragazzo possa arrivare in buone condizioni al grande appuntamento di questa estate: la Coppa d’Africa. L’unica ipotesi che al momento abbiamo preso in considerazione è quella della Polonia, aspettiamo notizie, ma non è detto che Embalo lasci Palermo. Gioca o non gioca, l’importante è che sia in condizione. A marzo avrà l’ultima partita con la Nazionale della Guinea-Bissau, mentre a giugno andrà a giocare la Coppa d’Africa e vedremo come andrà. Non può esistere che un giocatore come Carlos non riesca a giocare più di 10 minuti in questo Palermo. Ormai non mi stupisco più di niente, penso soltanto che questa situazione rispecchi perfettamente l’andazzo generale del calcio italiano. D’altronde - conclude Accardi - ci sarà un motivo se Puscas, che a mio avviso è il miglior attaccante di questa squadra, è riuscito a segnare soltanto tre reti”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    E' scontro tra Musumeci e Toninelli: "Basta passeggiate elettorali in Sicilia"

  • Politica

    Commissari Srr in scadenza, tocca ai sindaci: nel Palermitano si rischia l'emergenza rifiuti

  • Politica

    Privatizzazione aeroporti, Cisal e Ugl: "Pronti a bloccare i voli in Sicilia"

  • Cronaca

    Soldi in cambio di voti, 16 condannati per corruzione: ci sono anche due ex parlamentari

I più letti della settimana

  • Tragedia al Villaggio, ragazza si suicida lanciandosi dal balcone

  • Schiaffo al clan di San Lorenzo, 10 arresti: "Preso anche il re dello spaccio allo Zen"

  • Scoperta loggia segreta che condizionava la politica: 27 arresti, c'è Francesco Cascio

  • La mafia di San Lorenzo non perdona, pagano tutti: dal lido di Isola al vivaio e l'Elenka

  • Via Ruggero Settimo si trasforma in un ring, quattro universitari aggrediti dal branco

  • Ragazza va in bagno, poi esce con le vene tagliate: paura in un bar in zona via Libertà

Torna su
PalermoToday è in caricamento