Calciomercato Palermo, suggestione Lapadula: Foschi mette gli occhi su Erasmo Mulè

L’obiettivo primario del ds romagnolo resta quello di accontentare gli “scontenti”, valigie in mano per Accardi, Ingegneri e Lo Faso. In dubbio Rispoli e Aleesami. Nel mirino c'è il 19enne difensore originario di Alcamo, attualmente di proprietà del Trapani

Gianluca Lapadula

Da Soddimo a Sharp, attaccante dello Sheffield United, passando anche per la fantasiosa suggestione Lapadula. Il nuovo anno inizia nel segno di… Rino Foschi. Perché la palla adesso passa al ds romagnolo: un mese di full immersion nei meandri del calciomercato, ma alla fine i botti (in entrata) potrebbero anche non arrivare. Campioni d’inverno, secondo miglior attacco e migliore difesa del campionato cadetto: il Palermo (salvo clamorose partenze) in fondo va bene così, e non è affatto un mistero che Foschi sia completamente geloso della sua nuova “creatura”, motivo per cui difficilmente proverà a rompere o semplicemente modificare gli equilibri. L’obiettivo primario resta quello di accontentare gli “scontenti”, valigie in mano per Accardi, Ingegneri e Lo Faso. In dubbio Rispoli e Aleesami.  

Anno nuovo, ma stesse identiche grane per Rino Foschi. Dopo aver piazzato Struna in America per circa 600 mila euro (lo sloveno era in scadenza di contratto) adesso bisognerà risolvere anche le questioni contrattuali di Jajalo, Rispoli e Aleesami. Mentre la permanenza (e quindi il rinnovo) del centrocampista croato, ma naturalizzato bosniaco pare cosa fatta già da diverso tempo - la volontà del giocatore sarebbe quella di chiudere la carriera a Palermo - la stessa cosa non si può dire per i due esterni: il futuro di Rispoli potrebbe ancora essere a tinte rosanero, ma molto dipenderà dalle offerte che perverranno al Palermo nei prossimi giorni.

Così Foschi intanto starebbe gettando le basi per un rinnovo che, in caso di esito positivo, troverebbe fumata bianca solo e soltanto in caso di promozione sicura in Serie A. Percorso inverso invece per Aleesami che ha già fatto capire di non voler rinnovare e quindi, con ogni probabilità, saluterà i suoi attuali compagni di squadra. Sirene estere per l’esterno norvegese. Valigie in mano anche per Accardi, Ingegneri e Lo Faso. Poco spazio per loro, quindi l’idea di mandarli in prestito altrove, possibilmente in Serie B.

E il mercato in entrata? Rino Foschi pensa che il Palermo sia a posto così. E i nomi di Soddimo, Lapadula e Sharp potrebbero restare solo semplici suggestioni. Non trovano conferme le voci che accostano ‘la volpe dell'area di rigore’ (così è stato soprannominato in Inghilterra Sharp per il suo notevole fiuto del gol che lo ha portato a quasi 200 reti in carriera) al Palermo. Semmai il ds romagnolo potrebbe portare un giovane di prospettiva, proprio come fatto negli anni passati. Il nome che circola con maggiore insistenza è quello di Erasmo Mulè, giovane difensore originario di Alcamo, attualmente di proprietà del Trapani, ma cresciuto nel settore giovanile rosanero. Una prima parte di stagione da incorniciare per il giocatore 19enne: due gol e tante apparizioni da titolari. “Lo seguo con attenzione – ha detto Foschi a Trm durante il programma Zona Vostra -  sta facendo molto molto bene, così come tanti altri giocatori. Ho la fortuna di avere Vincenzo Italiano che fa l’allenatore lì, l’ho cresciuto io e mi dà un po’ la scheda tecnica dei giocatori. Il Palermo l’ha perso perché non dava garanzia di futuro, ma in questo momento i pensieri sono cambiati, perché il ragazzo sta migliorando partita dopo partita. Lo seguono tante squadre - conclude Foschi - che magari potrebbero spendere più di noi. Vedremo”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Il caso Biondo a Le Iene, il mistero del colpo in testa e dei tweet prima del ritrovamento | VIDEO

  • Politica

    Ex Province, l'assessore Grasso vola a Roma: "Date alla Sicilia le stesse risorse delle altre Regioni”

  • Politica

    Strade e ferrovie nell'Isola? Poche e malridotte: così i siciliani vedono "due Italie"

  • Cronaca

    Termini, gli operai Blutec tornano in piazza: "Vogliamo certezze per il futuro"

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento