Un baby palermitano potrebbe sbloccare la trattativa Barella, D'Amico verso Cagliari

L'attaccante diciottenne (19 anni ad agosto) è stato inserito dai nerazzurri come contropartita (gradita ai sardi) per il centrocampista della Nazionale. D’Amico era approdato in nerazzurro nell’estate 2017, l'anno scorso è stato in prestito al Chievo

Felice D'Amico con la maglia dell'Inter

Potrebbe essere un baby palermitano a sbloccare la trattativa per portare Nicolò Barella dal Cagliari all'Inter. I nerazzurri infatti hanno alzato la loro offerta per arrivare al centrocampista della Nazionale (conteso anche dalla Roma) inserendo il giovane Felice D'Amico, attaccante, 19 anni ad agosto. 

Il ds Marotta è pronto ad alzare la parte cash a 40 milioni (rispetto agli iniziali 36) più 5 di bonus presenze con l’inserimento della contropartita gradita al Cagliari. D'Amico, che lo scorso anno è stato dato in prestito al Chievo Verona, arriverebbe in Sardegna a titolo definitivo.

D’Amico era approdato in nerazzurro nell’estate 2017, prelevato in prestito dal Palermo (con cui aveva militato nelle selezioni giovanili da quando aveva 8 anni), grazie anche al lavoro di Dario Baccin, che lo conosceva dai tempi in rosanero. Inizialmente aggregato alla formazione Berretti, si era fatto notare dal tecnico della Primavera Stefano Vecchi. Con l’Under 19 interista il palermitano ha vinto Viareggio Cup e Scudetto. Felice D'Amico è nato il 22 agosto 2000 a Palermo. Vanta alcune convocazioni nella nazionale Under 18. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a San Lorenzo, donna accusa malore e muore fuori da un locale

  • Era scomparso giovedì, 40enne ritrovato in centro: "Ha già abbracciato le sue bimbe"

  • Papà di tre bimbe sparisce nel nulla, ore di angoscia per i familiari di Alfonso Bagnasco

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

  • Produce documenti falsi per percepire il reddito di cittadinanza: denunciato

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

Torna su
PalermoToday è in caricamento