Il bonifico di Zamparini: "Subito 2,8 milioni per salvare il Palermo"

Il nodo stipendi continua a preoccupare la società. I legali dell'ex presidente "smentiscono" Rino Foschi. C'è sempre MZ dietro il club rosanero: "Ma aspettiamo notizie positive per la cessione della società"

L'ex presidente rosanero Maurizio Zamparini

Foschi "smentito" dai legali di Zamparini: “La famiglia Zamparini - si legge in una nota - ha messo a disposizione le garanzie per ottenere a favore del Palermo un bonifico di 2,8 milioni di euro con il quale saranno onorate le scadenze degli stipendi”. Meno di un mese fa l’attuale presidente ponte in conferenza aveva ribadito a gran voce ai cronisti e a tutti i tifosi che l’imprenditore friulano non rientrava più nel perimetro aziendale del club rosanero.

E invece no. Perché i soldi per poter scongiurare il rischio penalizzazione in classifica e quindi un’eventuale ipotesi di fallimento li metterà proprio MZ. “Maurizio Zamparini, per il tramite dei suoi legali - continua la nota - comunica di attendere fiducioso notizie positive sulle trattative in corso, gestite da De Angeli e Foschi. L’unico interesse perseguito in questo momento è quello del salvataggio della squadra. In tale contesto ogni iniziativa necessaria, in chiave di garanzia, dell’operazione da parte della famiglia Zamparini, funzionale a favorire il buon esito della cessione, sarà tempestivamente valutata”.

Un gesto d’amore rosanero? “In tale ottica e con questo spirito la famiglia Zamparini ha messo a disposizione le garanzie - prosegue la nota - per ottenere a favore del Palermo un bonifico di 2,8 milioni di euro, con il quale saranno onorate le scadenze di lunedì 18. Il definitivo trasferimento delle quote sociali farà, inoltre, auspicabilmente cessare il residuo presupposto del mantenimento della misura cautelare nei confronti di Maurizio Zamparini, già oggi del tutto estraneo alla gestione dell’U.S. Città di Palermo”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Il salvatore.

  • barzelletta ... e voi la sapete quella del Palermo e di zamparini....

  • Sior paròn, caccia gli sghei!

  • Un gesto d'amore di.un "ex presidente"

  • I legali non hanno dichiarato che ha pagato maurizio zamparini ma che la famiglia zamparini ha prestato delle garanzie affinchè si potesse provvedere al pagamento. Alias il finanziamento -quindi il pagamento- evidentemente è arrivato da terzi soggetti (immagino banche, finanziarie) che avranno voluto delle garanzie da soggetti solvibili.

  • pari una telenovela

  • Avatar anonimo di Klauss
    Klauss

    perche aveva venduto la società? Boh..ma dove ho vissuto..

  • Ma quanti gesti d’amore per il Palermo in questi mesi... ma grazie Zamparini. E grazie anche a Foschi che è il suo lecchino e continua a prenderci in giro pure lui, travestito da innamorato di questi colori. Non vedo l’ora che finisce sta farsa nel bene o nel male e tutta questa gentaglia si toglie dalle scatole. Hanno solo infangato i nostri colori.

  • Avatar anonimo di Salvo
    Salvo

    Non ci sono parole x descriverlo.....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La banda spacca vetrine non perdona: svaligiato negozio Giglio nella notte

  • Sport

    Grande esodo a Roma, il Palermo prova a salvare la B e Arkus paga gli stipendi

  • Cronaca

    Frasi del boss Provenzano in un post, bufera su consigliere comunale agrigentino

  • Cronaca

    C'è il via libera: a Palermo taser a tutte le forze dell'ordine entro l'estate

I più letti della settimana

  • Rissa sfiorata tra Massimo Giletti e il sindaco di Mezzojuso: "Mi mette le mani addosso?"

  • Arrivata la sentenza, Palermo all'inferno: "Ultimo posto e retrocessione in C"

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Il viaggio, il malore e il cuore che si ferma: Cinisi sotto choc per la morte di un'undicenne

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

Torna su
PalermoToday è in caricamento