C'è il Catania nei paraggi: vietata la trasferta di Biancavilla ai tifosi del Palermo

Il ‘no’ da parte del prefetto etneo per motivi di ordine pubblico. L’osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive aveva già da tempo inserito il match dei rosanero tra quelli ad alto rischio

Il Biancavilla impegnato in casa al Raiti

Vietata la trasferta di Biancavilla ai tifosi del Palermo. Il motivo? In concomitanza con l’impegno dei rosanero, nei "paraggi" giocherà anche il Catania. Nelle ultime ore è arrivato il ‘no’ da parte del prefetto etneo alla spedizione palermitana. Per motivi di ordine pubblico i biglietti potranno essere acquistati soltanto dagli spettatori non residenti nella provincia del capoluogo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Palermo dunque non potrà contare sul sostegno e sulla carica dei propri tifosi che nelle scorse settimane avevano seguito in massa le prove con Marsala, Roccella e Messina. Il piccolo impianto del Biancavilla sarà off limits per il popolo rosanero dopo che il prefetto catanese - al termine di una lunga riflessione - ha deciso di evitare rischi, anche perché a meno di 50 chilometri di distanza, proprio domenica, al Massimino di Catania si giocherà il match di Serie C fra la formazione etnea e il Picerno. L’osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive aveva già da tempo inserito la partita dei rosa contro il Biancavilla allo stadio “Orazio Raiti” tra quelle ad alto rischio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento