Basket, Aquila Palermo a Scauri sognando la serie A2

Ai siciliani servirà una prestazione super per avere la meglio di un avversario più esperto, cancellando la sbiadita prova in Gara1 e riportando la serie di quarti di finale playoff di Serie B sull’isola

L’Aquila Palermo vola a Scauri per regalarsi la possibilità di lottare ancora per il sogno A2. La serie è in mano ai pontini, usciti vittoriosi domenica da Palermo e con la già decisiva Gara2 in programma tra le propria mura questa sera. Ai siciliani servirà una prestazione super per avere la meglio di un avversario più esperto, cancellando la sbiadita prova in Gara1 e riportando la serie di quarti di finale playoff di Serie B sull’isola.

“Abbiamo sia la voglia di rimediare, sia la consapevolezza del perché ci è sfuggita Gara1 – spiega da Scauri l’allenatore dei biancorossi, Gianluca Tucci – ci giochiamo questa Gara2 intanto con la consapevolezza di avere le possibilità di vincere e poi con idee molto chiare. Rivedendo la partita tutti insieme, ci siamo resi conto che abbiamo sbagliato davvero troppo nell’esecuzione del tiro, mentre in difesa siamo stati troppo morbidi. Se noi giochiamo una pallacanestro più aggressiva, imponendo il nostro ritmo, possiamo avere più chance di Scauri. In caso contrario, la loro esperienza finirà ancora una volta per pesare di più sul risultato”.

Trasferta già logisticamente ostica di per sé quella sul parquet del PalaBorrelli, chiamato a raccolta dalla società pontina e che proverà a rendere l’ambiente ancora più infuocato: “Il clima che troveremo sarà caldo, ma questo è assolutamente un discorso relativo – prosegue coach Tucci -. In una gara da dentro o fuori non fa differenza in che campo giochi. Se lo fai in casa soffri la pressione di dover vincere, se lo fai fuori hai quella del pubblico avversario. Parliamo di playoff, la pressione è una componente cardine. Parte della tensione l’abbiamo già smaltita, non peserà”.
Centrare rimonte, sovvertire pronostici, compiere piccoli ‘miracoli’ sportivi è qualcosa a cui Aquila Palermo ha abituato un po’ tutti. I playoff della passata stagione ne sono una prova ancora vivida nei pensieri di società e tifosi biancorossi.

“La nostra è una formazione che ha saputo tirar fuori gli artigli anche nei momenti più difficili – ammette il tecnico avellinese -. Le due partite in casa dopo le cessioni in gennaio, l’assenza di Cozzoli contro Palestrina ed Empoli, ma anche la stessa rimonta di domenica scorsa dal -20, purtroppo poi non legittimata. Questa squadra ha il dna giusto per fare grandi imprese, ma bisognerà tirare fuori la gara perfetta e per tutti i 40 minuti. Distrazioni o rilassamenti si pagheranno cari. Lavoreremo per nascondere i nostri difetti e cercare, nonostante la nostra giovane età, di far emergere le nostre caratteristiche”.

Appuntamento questa sera al PalaBorrelli di Scauri, dalle 21:15, arbitrata da Vitaliano Battista e Antonio Massafra di Firenze. Sarà possibile seguire le battute finali del match in diretta radiotelevisiva dalle 22:30 su CTS, canale 90 del digitale terrestre, e in streaming sul sito www.ctstv.it. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento