Automobilismo, la monrealese la ac Festina Lente prepara la Giarre-Montesalice-Milo

Il Sodalizio sarà al via con Natale Giordano e Ignazio Fundarò, tra le storiche e Ignazio Amato e lo stesso Presidente Rosario Lo Cicero Madè, tra le moderne. Resta il rammarico per la mancata presenza di Rocco Aiuto, la cui Osella PA 20 S, dopo la botta rimediata a Cefalù, è ancora in riparazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’Associazione Culturale Festina lente che ha sede a Monreale e che vanta, in ambito Culturale, appunto, oltre quindici anni di attività, dei quali cinque accomunati anche al mondo dell’automobilismo sportivo, prepara l’ennesima partecipazione ad uno degli eventi motoristici più importanti della stagione 2019 siciliana: la cronoscalata Giarre-Montesalice-Milo, valida per il TIVM (Trofeo Italiano Velocità Montagna) e per il Campionato Siciliano riservato sia alle vetture moderne che alle storiche.

Dice, a tal proposito, il Presidente Rosario Lo Cicero Madè “ci presenteremo alla gara organizzata dagli amici della Giarre Corse in collaborazione con l’ACI Acireale, con quattro piloti. Tra le vetture storiche - dice il Dirigente e Pilota - avremo il rientrante Natale Giordano, con la Fiat X!/9, il cui ritorno in gara, dopo l’intervento chirurgico perfettamente riuscito effettuato a Catania dalla Equipe del Chirurgo Vascolare dott. Antonino Scolaro, ci riempie di gioia ed Ignazio Fundarò, assente dalle gare proprio dalla gara catanese dello scorso anno che sarà al via con la sua rivisitata VW Golf GTI, curata da Gaspare Rizzo; tra le moderne avremo invece - prosegue il Presidente - Ignazio Amato che con la sua Renault Clio Cup 2.0 curata da Liborio Ciacio è in testa, dopo le gare di Sortino e di Cefalù, sia nel Raggruppamento TIVM Racing Start Plus che nel Campionato Siciliano della Classe Racing Start Plus 2.0 e poi il sottoscritto con la Peugeot 106 Rallye, reduce dalla buona prova di Cefalù che ha fruttato la vittoria nella Classe Racing Start 1.4 ed in particolare il terzo posto nel Raggruppamento Racing Start.

Lo spirito - prosegue Rosario Lo Cicero Madè - è sempre quello volto al massimo del divertimento ed al conseguimento del miglior risultato possibile, anche se resta il rammarico di non poter contare, quanto meno in questa occasione, sulla presenza di Rocco Aiuto, reduce dalla vittoria nel Raggruppamento C/Naz. e dell’ottavo posto assoluto conseguito alla Val d’Anapo Sortino e dall’ottima prima manche effettuata alla Crono del Santuario a Cefalù, chiusa al secondo posto assoluto. la stessa gara nella quale ha poi avuto un incidente nelle seconda manche che ha appunto danneggiato la sua Osella, a tutt’oggi in riparazione. La Presenza di Rocco, esperto pilota trapanese - chiude il Presidente - ci avrebbe consentito di puntare alle alte vette della classifica assoluta”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento