Ac Festina Lente: Oliveri-La Franca a Cefalù nel ricordo di Piero Di Blasi

I due esperti piloti della AC Festina lente hanno voluto a tutti i costi essere al via della seconda edizione del Rally day Cefalù Corse nel ricordo dell'amico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Se n'era andato all'improvviso, con discrezione e senza clamore, l'amico Piero Di Blasi, in una notte del 12 novembre del 2017, lasciano attoniti gli amici, il Team Guagliardo, fondato da Nino e la cui opera viene magistralmente proseguita a tutt'oggi da figlio Domenico, ottimo pilota con un palmares invidiabile e profondo conoscitore dei motori Porsche. Piero era cresciuto lì, in questo ambiente, tra il rumore assordante dei motori e la le gioie e le inevitabili delusioni che i propulsori sanno, a volte, dare.

Oggi, i suoi più cari e stretti amici, il bagherese Oliver Oliveri ed il palermitano Francesco "Ciccio" La Franca, hanno voluto ricordarlo con una partecipazione alla seconda edizione del Rally day Cefalù Corse, non con una delle Porsche 911 Sc del Team Guagliardo, vettura, così come tutte le storiche, tagliate fuori dal regolamento Fia che obbliga l'ACI Sport a non far partecipare le veterane in questa tipologia di gare, ma bensì con una ben più umile Citroen Saxo 1.6 iscritta dalla Associazione Culturale "festina lente", nel Gruppo Racing Start, una vettura pressoché di serie. Oliveri - La Franca, forti dell'esperienza accumulata in tanti anni di gare e memori del secondo posto ottenuto al Rally di Trapani del 2015, allorquando fecero coppia su una Porsche 911 Sc con la quale giunsero alle spalle di una vettura identica, allora pilotata dal busetano Andrea Raiti navigato da Salvo Vultaggio, hanno dosato le modesta potenza della vettura, la meno "dotata" tra le 49 partite, tanto da condurla al traguardo e vincere, oltre la Classe RS 1.6, anche il Gruppo Racing Start, nel quale le dure prove speciali "Ferla" e "Pollina", da ripetere tre volte ognuna, avevano mietuto cambi e motori, tanto da lasciarli, a due Prove Speciali dal termine, da soli.

"Siamo felici - hanno dichiarato a fine gare Oliver e Ciccio - per la memoria del nostro indimenticabile Pieruccio, al quale dedichiamo questo podio e per il quale contiamo di partecipare, nel prossimo maggio, alla 102^ edizione della Targa Florio, magari al volante di una vettura più prestazionale. Siamo altresì felici - continuano i due - per aver positivamente esordito per i colori della AC Festina lente degli amici Rosario e Claudia Lo Cicero Madè".

Torna su
PalermoToday è in caricamento