← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Pista ciclabile cancellata in via Maqueda: "Palermo, unica città in cui si disincentiva l'uso delle biciclette"

Via Maqueda · Tribunali-Castellammare

Palermo forse unica città al mondo in cui l'amministrazione comunale disincentiva l'uso delle biciclette!!! Anche nelle centralissime via Maqueda e Corso Vittorio Emanuele (uniche strade di cui il Comune si "prende cura" mentre il resto della città va a scatafascio): c'è spazio per doppia corsia pedonale (oltre ai marciapiedi); c'è spazio per arredi urbani di pessimo gusto; c'è spazio per tavolini di bar e ristoranti; c'è spazio per espositori e merce in strada.

Ma non c'è (e non ci sarà mai con questa Amministrazione) spazio per ciclisti e biciclette! Questa mattina cancellata anche l'ultima finta, e già penosa pista ciclabile di via Maqueda. Certo meglio distruggere la città per piazzare orribili ed obsoleti Tram, almeno quelli portano tanti bei soldini in poche solite tasche!! (Non per niente Palermo è al 106° posto nella classifica sulla Qualità della Vita)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Ma Lei finora dove è stato?

  • La cosa veramente inconcepibile è la pista ciclabile in viale Libertà sopra il marciapiede (e proprio nel mezzo e non di lato). Il marciapiede è per i pedoni, non per motori e ciclomotori. Le biciclette sono un mezzo di trasporto e in quanto tale deve stare in strada. Se volete fargli una pista apposita fategliela al lato della strada o al lato del marciapiede, non sopra o in mezzo a esso. Il vero rispetto manca per i pedoni non per i ciclisti che vengono trattati anche fin troppo bene. Noi pedoni in certe zone della città non abbiamo neanche il marciapiede su cui camminare, e spesso anche quando c'è è occupato da moto o auto posteggiate o gazebo e venditori ambulanti (per non parlare degli escrementi di cane che i civilissimi padroni non raccolgono)

  • Non mi risulta che a Palermo ci siano mai state piste ciclabili degne di questo nome. E quando sento qualche politico parlarne, cado dalle nuvole. Indimenticabili, a questo proposito, le farneticazioni dell'ex assessore Catania, con i suoi millemila km di piste ciclabili. Condivido quanto scrive l'autore della segnalazione. Di fatto, l'amministrazione comunale disincentiva l'uso delle biciclette. Personalmente userei la bici ogni giorno, ma se lo facessi sarei costretto a guidare sui marciapiedi o comunque in mezzo alla gente, col rischio costante di investire qualcuno. Come scrive l'utente "Roberto", piste ciclabili e pedoni nello stesso spazio sono incompatibili. Sta di fatto che questa è la situazione riscontrabile in via Maqueda (almeno fino a qualche tempo fa), ma anche in via Libertà, con le risibili "piste" sui marciapiedi... i cui confini, peraltro, in certi tratti sono invisibili.

  • Pista ciclabile e pedoni in mix sono sempre incompatibili. Nelle altre città sono progettate in modo da non interferire con la tranquillità della passeggiata. Il pedone non può aver continuo timore di vedersi sfrecciare o schiantarsi addosso biciclette. Finisce il piacere di passeggiare. Hanno fatto bene. Le piste ciclabili vanno profettate e poste ad hoc. O pedoni o ciclisti:prima regola della tecnica del traffico e circolazione

    • La verità è che manca la cultura della bicicletta sia nei pedoni (che non si spostano dall'area ciclabile) che in molti ciclisti (che credono di poter "volare" solo perchè su pista ciclabile). Ma la soluzione non può essere eliminare le piste ciclabili anche perchè le bici da li ci passeranno comunque e con aggravio di rischio, ma bensì migliorare l'infrastruttura ciclabile e la cultura del cittadino!! Se Palermo vuole andare in bici non c'è che da cavalcare l'onda migliorando contemporaneamente traffico, inquinamento e qualità della vita. Ma questo non interessa ai ns. amministratori. Questo è! Per quanto riguarda la convivenza ciclisti/pedoni? https://www.bikeitalia.it/le-meraviglie-ciclabili-di-copenhagen/ ma non c'è bisogno di andare sino in Danimarca... anche in Italia c'è tanto da cui imparare!

    • Ineccepibile. Ho già scritto altrove che Palermo non è New Dheli o Bombay, ma ormai ci assomiglia molto. Eppure sarebbe un' ottima cosa se il corretto e responsabile uso della bici fosse incentivato. Ma la città è questa e non vedo molte alternative...

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento