← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Nella scuola Santo Canale manca la carta igienica, una mamma: "Che fine fanno i soldi che versiamo?"

Via Santocanale, 23 · Partanna-Mondello

Sono la mamma di un alunno che frequenta la scuola Santo Canale a Partanna Mondello e dall'inizio dell'anno scolastico ci viene chiesto di acquistare materiale igienico per i bambini perché la scuola dice che non gli viene fornito. Premesso che abbiamo versato la cifra di 15 euro comprensiva della quota assicurativa di 3,50 euro euro vorrei sapere cosa ne fanno del resto dei soldi se tutto il materiale scolastico lo acquistiamo noi genitori? Carta igienica, sapone, scottex e salviette imbevute sono a carico nostro. Tutte cose che dovrebbe fornire la scuola ma che compriamo noi genitori. Vorrei sapere se è un mio diritto pretendere il materiale igienico a scuola o se nel 2018 in Italia i bambini siano costretti, visto che non viene fornito, a portarsi il materiale da casa. Grazie.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di Dario
    Dario

    Io non trovo in tutti i casi sia normale che vengano versati dei soldi per queste piccolezze, se non ci sono realmente è perché anche qui vengono fatti tagli sui sei soldi che invece agli scolari servono, servono come serve un bagno per i portatori di handicap adeguato alle loro esigenze in ogni edificio pubblico. Purtroppo nessuno si lamenta e nessuno si lamenta neanche del motivo perché per ogni cosa ci si deve idignignare di situazioni stupide che potrebbero essere risolte facilmente ma che mai nessuno viene in mente di fare qualcosa, c'è sempre un fiume è un lago d'acqua in via castore proprio nella strada parallela, asfalto rovinato e chi fa qualcosa? Nessuno. Questo, come tanti altri esistono ma purtroppo, una voce dentro il grande rumore che fa una città non si sente se poi si pensa che chi potrebbe fare qualcosa fa orecchio da mercante per evitare di spendere questo soldi i problemi non solo fanno la muffa ma fanno anche ragnatele.

  • AliceMagica purtroppo la lamentela è stata ridotta ovviamente, in realtà il materiale igienico c'è in abbondanza come foto che lo dimostrano ma non le hanno inserite, il materiale non so chi lo utilizza a noi ci viene detto che non ne hanno invece lo tengono chiuso in un magazzino per questo è partita la lamentela

    • AliceMagica purtroppo la lamentela è stata ridotta ovviamente, in realtà il materiale c'è in abbondanza, il materiale non so chi lo utilizza a noi ci viene detto che non ne hanno invece lo tengono chiuso in un magazzino per questo è partita la lamentela

  • Cara Signora, i miei figli sono grandi (27 anni il maggiore), io ho sempre fatto la rappresentante di classe e, mi creda, questo e altri problemini simili, erano all'ordine degli anni scolastici. Si figuri che una volta nn hanno fatto il rifornimento di gasolii e durante il periodo più freddo, i bambini tenevano i.plaid addosso, in aula. Ovviamente, parlo di diverse scuole della città di Palermo, cmq le assicuro che le cifre in più, di solito vengono utilizzate per acquistare materiale mancante o per pagare in parte le quote per le gite scolastiche e fra pagare meno a tutti i bambini.

  • Ormai il sistema scolastico sta colando a picco. Per quanto riguarda il materiale mancante: faccia 2+2 e troverà la risposta...

Segnalazioni popolari

  • Segnalazioni

    Manca un certificato e salta l'assunzione: "Si può lavorare a Palermo? No..."

  • Segnalazioni

    Musica fino all'alba in via Candelai: "Anche questa è mafia"

  • Segnalazioni

    Bonagia, imbrattata e spezzata a metà la targa di via Felicia Impastato

  • Segnalazioni

    Il porticciolo della Bandita, è davvero il fallimento di tutti?

Torna su
PalermoToday è in caricamento