← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Istallazione cassonetti per la raccolta indumenti.... ad abundatiam

Da qualche settimana si è assistito al proliferare di cassonetti per vestiti usati, posizionati in tutte le zone della città. A prima vista sembrano dei normali contenitori, con tanto di indicazioni generiche sulle modalità di conferimento degli indumenti e, visto l'aumento del loro numero in ogni luogo, ci si chiede se tutto ciò sia regolare.

Si trovano accanto ai cassonetti della spazzatura, alle fermate dei bus, sui marciapiedi, raccanto alle campane per la raccolta differenziata. Questi contenitori diminuiscono sensibilmente la transitabilità dei marciapiedi, rendono più difficile lo svuotamento dei cassonetti e delle campane, occupano posti destinati alle auto e moto in sosta. Non si chiama questa "occupazione di suolo pubblico"? Chi ha autorizzato la posa di questi contenitori, visto che sono ben visibili e che nessuno interviene per rimuoverli? Tale raccolta riveste grande importanza nel ciclo della raccolta differenziata, ancora così carente nella nostra città. Se incentivata e ben condotta, la raccolta potrebbe arrivare ad assorbire circa 6 chili all'anno per persona, stabilendo un ciclo virtuoso del prodotto con benefici per l'ambiente e ridistribuzione delle risorse. Riciclare un chilo di vestiti smessi, comporta un risparmio di 6.000 litri d'acqua, 200 g di pesticidi e 300 g di fertilizzanti, come si legge in un'analisi di "Altroconsumo".

Se tali cassonetti sono regolari è diritto del cittadino essere informato per poter collaborare alle iniziative volte allo smaltimento degli indumenti dismessi e decidere se depositarli in questi o negli altri posizionati dal Comune. Infatti, da qualche giorno, accanto a questi contenitori ne sono apparsi altri con il logo della RAP ed i cittadini non sanno più come comportarsi per tale tipo di raccolta. Se non sono regolari, cosa che appare assai probabile, visto che sui contenitori mancano i dati identificativi delle aziende, ci si chiede perché non intervenga la Polizia Municipale per farli rimuovere, visto che si tratta, verosimilmente, di un business organizzato da sedicenti organizzazioni umanitarie, che nascondono un commercio abusivo di indumenti usati, rivenduti sul mercato con guadagni non proprio trasparenti. Per rendere la situazione ancora più caotica, la RAP ha installato 250 nuovi cassonetti per la raccolta della carta, mentre quelli già esistenti sono sempre stracolmi e non consentono il regolare conferimento da parte dei cittadini. Occorre urgentemente svuotare, ripulire e disinfettare i cassonetti esistenti, operazioni assolutamente necessarie soprattutto in estate, e non limitarsi ad aggiungere di nuovi, che subiranno sicuramente la sorte di quelli già esistenti. C'è una logica perversa in tutto ciò, mentre la Città sta soffocando nella sporcizia e nell'abusivismo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Mi permetto di rendere partecipi i lettori di PalermoToday su quanto sta accadendo a Palermo al fine di fare chiarezza su chi è abilitato a svolgere il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti tessili cod. cer 20.01.10 "indumenti ed accessori abbigliamento usati. Dal giorno 13 luglio u.s. la Cannone s.r.l. con sede ad Andria alla Via F. Ospedaletto 331, ha avviato il posizionamento di specifici contenitori stradali per il servizio di raccolta differenziata di indumenti ed accessori abbigliamento usati cod. c.e.r. 20.01.10. per conto della RAP s.p.a. a seguito di aggiudicazione di specifica procedura di gara ad evidenza pubblica, ed il servizio di raccolta rifiuti partirà dal 03/ Agosto p.v. La R.A.P s.p.a. ,attraverso una procedura di gara ad evidenza pubblica, ha inteso mettere ordine dal punto di vista giuridico-tecnico su tale tipologia di servizio e contestualmente razionalizzare un servizio che oggi vede sul territorio della città di Palermo la presenza di svariati soggetti, peraltro tutti abusivi ed illegittimi, privi di autorizzazioni e conseguentemente non nelle condizioni di compilare i F.I.R. ,e quantificare i kg. di rifiuto raccolto quotidianamente. La Cannone s.r.l. leader in Italia per le attività di raccolta e recupero del rifiuto tessile C.E.R. 20.01.10./ 20.01.11., dispone di un proprio impianto per le attività di selezione, igienizzazione e recupero del rifiuto raccolto in oltre 120 Comuni in Italia. Tale tipologia di rifiuto prodotto dagli utenti Cittadini di Palermo e raccolto dalla Cannone s.r.l.,per legge deve essere avviato a recupero e non può essere conferito nella frazione secca indifferenziata, contribuendo all'aumento della percentuale di raccolta differenziata e conseguentemente alla riduzione dei costi relativi all'ecotassa. . La Cannone s.r.l. ha già avviato una campagna di comunicazione ed avviso alla cittadinanza dell'avvio del servizio attraverso l'affissione di manifesti 6x3 mt. - 140x200 cm. ed apposita campagna di stampa tale da coprire l'intero territorio Comunale mentre nel corso dei mesi successivi sarà avviata una campagna di comunicazione premiale specifica sulle Scuole Elementari e Medie della Città di Palermo. Su tutto il territorio Comunale della Città di Palermo saranno posizionati n°458 contenitori stradali ed ulteriori n°47 contenitori saranno a disposizione della RAP s. p. a. per un totale di n°505 contenitori configurati con specifica pellicola adesiva anti graffiti per conservare inalterato il decoro del contenitore, contenente i loghi della R.A.P. s.p., del Comune di Palermo, e gli slogan della campagna di comunicazione, lo smile, "anche questo si chiama riciclo" e "non essere indifferente",. Nell' area "Palermo Differenzia 1" invece sarà eseguito un servizio specifico con il prelievo del rifiuto a domicilio "Porta a Porta" ed in questa area a partire dal giorno 14 Luglio p.v. è stata avviata la distribuzione dei sacchi ove conferire il rifiuto e la stessa è stata completata nella giornata del 30/7 Tutti i contenitori saranno equamente distribuiti sul territorio Comunale sulla base delle 8 Circoscrizioni, dei Quartieri e del numero di abitanti residenti. Tutti i contenitori nuovi di fabbrica e dotati di sistema anti intrusione ed anti estrusione, sono configurati con specifica pellicola adesiva anti graffiti, rigorosamente numerati , cippati e georeferenziati sul territorio Comunale. Il servizio di svuotamento dei contenitori, avverrà con frequenza settimanale e con turni di lavoro notturno, inoltre le squadre di raccolta saranno operative sei giorni su sette dal lunedì al sabato compreso. I mezzi per la raccolta, nuovi di fabbrica tutti Euro/6, sono dotati di sistema di pesatura a bordo, di sistemi informativi ed informatici per l'efficientamento dei giri di raccolta, per la lettura della georeferenziazione dei contenitori stradali e dei numeri civici per le aree coperte dalla raccolta "porta a porta", per la reportistica quotidiana del servizio svolto. E' attivo un servizio di pronta reperibilità attraverso il n° verde aziendale - 800.189.402 - completamente gratuito per tutti gli utenti cittadini di Palermo. Saluti

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento