Duecento studenti in visita al Centro di raccolta: “Impareranno la cultura del riciclo”

Cinque gli istituti coinvolti: Mattarella-Bonagia, Rosolino Pilo, Scelsa, Pirandello-Borgo Ulivia e Sferracavallo-Onorato. Chinnici (Pd): "Solo partendo dalle giovani generazioni è possibile cambiare le abitudini della nostra città"

Il centro comunale di raccolta

Oltre 200 studenti faranno visita al Centro comunale di raccolta della Rap in viale dei Picciotti. A darne notizia è il capogruppo del Pd al consiglio comunale di Palermo, Dario Chinnici: "Impareranno come si smaltiscono correttamente i rifiuti, come si fa la differenziata e quanto sia importante mantenere pulita Palermo. Solo partendo dalle giovani generazioni è infatti possibile cambiare le abitudini della nostra città”. 

Cinque gli istituti coinvolti: Mattarella-Bonagia, Rosolino Pilo, Scelsa, Pirandello-Borgo Ulivia e Sferracavallo-Onorato. “Grazie alla sensibilità dei docenti di cinque scuole cittadine, alla disponibilità della Rap e alla collaborazione dell’assessorato comunale alla Scuola – continua Chinnici – gli studenti vedranno da vicino come si differenziano correttamente i rifiuti secondo un ciclo virtuoso che significa meno immondizia in discarica, una città più pulita e materiali che tornano nel ciclo produttivo generando economia e ricchezza. Se vogliamo che Palermo arrivi ai livelli delle altre città europee, dobbiamo partire proprio dalle giovani generazioni che saranno poi di esempio in famiglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento