Al convitto nazionale Falcone torna l'iniziativa "Libriamoci"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Dall’ 11 al 16 novembre torna in tutte le scuole “Libriamoci”, l’iniziativa di letture ad alta voce promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) con il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) con la Direzione Generale per lo Studente. Dedicare tempo alla lettura ad alta voce significa liberare l’immaginazione e intraprendere una via di formazione e di crescita: fuori dal programma scolastico, il progetto mira ad avvicinare gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado alla scoperta della lettura, portando decine di autori nelle scuole . In seno a questa iniziativa il per il sesto anno consecutivo il Convitto Nazionale di Palermo G. Falcone aderisce a Libriamoci con una partecipazione corale che coinvolge le scuole annesse al Convitto, primaria, sec. di primo grado e il liceo classico, oltre ad una numerosa componente genitori che prenderà parte attiva alla manifestazione.

Il coinvolgimento sarà di circa 700 lettori di tutte le età, in un arco di tempo di una intera settimana . Le attività di promozione alla lettura partiranno dentro le singole classi basandosi sulle esigenze delle diverse fasce di età dei lettori e nei giorni di giovedì 14 e venerdì 15 novembre invece prenderanno vita eventi che “metteranno in scena" il libro e il suo tema: "La sicilianitudine, omaggio a Camilleri". L’impegno della nostra scuola è quello di legare la lettura ad un filone di letteratura che attraversa la nostra cultura , che usa lo stereotipo dell’essere siciliano e lo supera grazie a dei talenti artistici poliedrici che esprimono la cultura del popolo siciliano con tutte le sue contraddizioni, drammaticità, comicità e una fantasia e creatività uniche.

Pertanto la lettura verrà spettacolarizzata e intrisa di esperienze artistiche svariate, la pittura estemporanea, la musica, la danza, la teatralità dei burattini e dei pupi, i cunti degli artisti che ancora ripercorrono le strade della tradizione e la rinnovano, autori che diventano lettori e lettori che giocheranno con i testi scoprendo come una pagina di libro può trasformarsi in una storia da mettere in scena ” di persona personalmente”. La manifestazione vedrà la partecipazione delle case editrici Sellerio, Mondadori e Glifo edizioni e lettori per un giorno gli scrittori Santo Piazzese autore de “ I delitti di via Medina-Sidonia; Giuseppe Carli con il libro per bambini “Rosalia dai capelli d’oro”; Agata Bazzi “ la luce è là”. Accompagnano le letture i maestri e l’orchestra del Convitto Nazionale Giovanni Falcone. La referente del progetto è la Professoressa Tiziana Schiavo.

Torna su
PalermoToday è in caricamento