“La psicoterapia della Gestalt al passo coi tempi”: convegno a Palermo con il Dan Bloom 

Operatori a confronto sul testo-guida “Gestalt Therapy” a 58 anni dalla sua pubblicazione. Organizza l'Istituto  “HCC Italy” della ricercatrice siciliana Spagnuolo Lobb 

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Mondo della Gestalt in attesa per l'importante convegno di studio previsto per venerdì 1 e sabato 2 febbraio a Palermo, organizzato dall'Istituto “HCC Italy” diretto dalla ricercatrice siciliana Margherita Spagnuolo Lobb. L'appuntamento, che si terrà al Mondello Palace Hotel sempre in orario 10-18, sarà cruciale per il settore perché, assieme al decano americano Dan Bloom, studiosi e terapeuti faranno il punto sullo stato dell'arte a oltre mezzo secolo di distanza dalla pubblicazione del testo-guida Gestalt Therapy, firmato dai padri fondatori del metodo Frederick Perls, Ralph Hefferline e Paul Goodman. 

Il mondo cambia e, con lui, la psicoterapia. Quali sono le domande dei pazienti contemporanei? Risponde Spagnuolo Lobb: “Viviamo in una collettività sempre più desensibilizzata e violenta. I traumi frequenti (sperimentati in modo diretto o mediato) e le condizioni difficili della nostra società minacciano il senso di sicurezza delle persone, che stentano a sintonizzarsi sulle emozioni (proprie e altrui) e creano campi esperienziali in cui vigono paura e aggressività, agita o subita. Queste esperienze arrivano oggi come nuove istanze-emergenze negli studi degli psicoterapeuti”.

Eppure oggi più che mai è vero che, come si legge sul manifesto dell’evento: “Si può far crescere solo ciò che si ama”. Diventa dunque urgente, per chi lo considera strumento ottimale di ripristino di equilibri a rischio, integrare e riattualizzare il metodo. Spiega Spagnuolo Lobb: “I concetti fondamentali del testo Gestalt Therapy restano geniali, ma per vari motivi le loro potenzialità sono rimaste poco sviluppate. Questo vuoto da un lato è stato da molti riempito con altre teorie, dall'altro non ha consentito un'evoluzione strutturata”. Con questo seminario, rivolto a medici e psicoterapeuti di tutti gli approcci, l'Istituto di Gestalt “HCC Italy” ha inteso dunque offrire un luogo dialogico ed esperienziale per una critica costruttiva a questi concetti, al fine di migliorarne la didattica e la fruizione clinica. 

Margherita Spagnuolo Lobb, fondatrice e direttrice dell’Istituto di Gestalt “HCC Italy” con sede a Siracusa, Palermo e Milano, è psicoterapeuta e ricercatrice  di fama internazionale, insignita di recente del Premio alla Carriera AAGT-Association for the Advancement of Gestalt Therapy. International Community e del premio dell’Ordine degli Psicologi della Regione Sicilia – un riconoscimento, quest'ultimo, “per avere contribuito ad un avanzamento nel campo della psicologia nazionale e siciliana”.

Dan Bloom vive e lavora a New York. È curatore di libri, autore, supervisore clinico, docente di psicoterapia. È stato formato da Laura Perls, Isadore From, Richard Kitzler e Patrick Kelley nel New York Institute for Gestalt Therapy. È Past President del New York Institute for Gestalt Therapy e della AAGT- Association for the Advancement of Gestalt Therapy).

Programma del seminario “La psicoterapia della Gestalt al passo coi tempi”

Venerdì 1 Febbraio 2019
Ore 10.00
Margherita Spagnuolo Lobb
Aprire la psicoterapia della Gestalt al mondo contemporaneo.
L’attenzione agli sfondi percettivi del sé e il concetto di campo.
Ore 10.30
Albino Macaluso - Psicologo, Psicoterapeuta, Didatta Istituto di Gestalt HCC Italy
Il sé di Paul Goodman e il sé di Isadore From: esistono differenze?
Diverse modalità di condurre un lavoro gestaltico.
Ore 11.00
Dan Bloom
La teoria del sé nella psicoterapia della Gestalt di oggi
Ore 12.00 - Elaborazione di domande in gruppi
Ore 12.30 - Per una comunità di insegnamento/apprendimento: Domande e risposte in plenaria.
Ore 15.00 - Situazioni cliniche condotte e commentate da Dan Bloom e Margherita Spagnuolo Lobb.
Ore 15.45 - Commenti condivisi dei didatti e dei partecipanti sulle scelte e la presenza terapeutica, e collegamenti con la teoria emersa al mattino.
Ore 16.45 - Laboratori didattici in piccoli gruppi: lavori personali o supervisioni condotti da un didatta dell’Istituto e commentati da un altro didatta, alla luce degli approfondimenti teorici illustrati al mattino.
Didatti coinvolti: Rosanna Biasi, Teresa Borino, Barbara Buonomo, Betti Conte, Barbara Crescimanno, Roberta La Rosa, Salvo Libranti, Teresa Maggio, Susanna Marotta, Gina Merlo, Sebastiano Messina, Maria Mione, Giuseppe Mirone, Elisa Profeta, Silvia Tinaglia, Paola Vianello.
Ore 17.45 – 18.30 - Dibattito tra partecipanti e relatori.

Sabato 2 Febbraio 2019
Ore 9.30
Valeria Rubino - Psichiatra, Psicoterapeuta, Didatta Istituto di Gestalt HCC Italy.
Percezione, consapevolezza e coscienza in psicoterapia della Gestalt-
Ore 10.00
Giuseppe Sampognaro - Psicologo, Psicoterapeuta, Didatta Istituto di Gestalt HCC Italy
Fedeltà o tradimento? Il paradosso dell’adattamento creativo.
Ore 10.30
Dan Bloom
Il processo di contatto che emerge dalla spontaneità del campo quale concetto di patologia in psicoterapia della Gestalt?
Ore 11.30
Pietro A. Cavaleri - Psicologo, Psicoterapeuta, Didatta Istituto di Gestalt HCC Italy.
Neuroscienze e psicopatologia gestaltica
Ore 12.00
Mariano Pizzimenti - Psicoterapeuta, direttore e fondatore della Scuola Gestalt di Torino
Confine di contatto e interruzioni di contatto: una lettura contemporanea.
Ore 12.30 - Per una comunità di insegnamento/apprendimento: Domande e risposte in plenaria.
Ore 14.30 - Situazioni cliniche condotte e commentate da Dan Bloom e Margherita Spagnuolo Lobb.
Ore 15.15 - Commenti condivisi dei didatti e dei partecipanti sulle scelte e la presenza terapeutica
Ore 16.15 - Laboratori didattici in piccoli gruppi: lavori personali o supervisioni condotti da un didatta dell’Istituto e commentati da un altro didatta, alla luce degli approfondimenti teorici illustrati al mattino-
Ore 17.15 - 18.00 - Dibattito e chiusura del convegno.

Torna su
PalermoToday è in caricamento