Ztl, Arcoleo all'attacco dell'amministrazione: "Basta atti di forza, serve regolamento"

Secondo il consigliere del Pd, presidente della commissione consiliare Affari generali, "Il Comune potrebbe soccombere in caso di contenziosi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Basta con azioni di forza irregolari sul traffico palermitano". Lo dichiara il presidente della commissione consiliare Affari generali, Rosario Arcoleo (Pd), che aggiunge: "L'articolo 12 della legge regionale 3 del 2016 prevede che sia il Consiglio comunale a varare un regolamento che disciplini Ztl e tariffe successive all'entrata in vigore della succitata legge. A mio avviso tutti gli atti successivi alla legge regionale 3/2016, senza apposito regolamento e Pgtu aggiornato, potrebbero provocare contenziosi che vedrebbero il Comune di Palermo soccombere". 

"Se quindi non si metterà un freno a queste delegittimazioni e a questi atti di forza, che non sono condivisi dalle associazioni di categoria, dai cittadini, tantomeno dal Consiglio comunale, - conclude Arcoleo - mi troverò costretto a portare la questione nelle sedi di competenza".

Torna su
PalermoToday è in caricamento