I lavori lumaca per il viadotto Himera, sopralluogo di Cancelleri: "Riapertura entro il 31 luglio"

Pochi giorni dopo l'ennesimo scontro Regione-Anas in merito ai cantieri ancora non conclusi in Sicilia, il viceministro per le Infrastrutture è stato protagonista di una diretta Facebook dall'area dei lavori. Per l'esponente M5S si deve "mettere fine a una vergogna" che "ha umiliato i siciliani"

Pochi giorni dopo l'ennesimo scontro Regione-Anas in merito ai cantieri ancora aperti in Sicilia e l'annuncio da parte del governatore Musumeci di un'azione legale contro la società per presunte inadempienze, anche il viceministro per le Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, torna a parlare della situazione dell'autostrada Palermo-Catania. Cancelleri stamani è stato protagonista di una diretta Facebook dal cantiere lungo l'autostrada A19, dove nell'aprile 2015 una frana provocò il cedimento del vecchio ponte. I ritardi nell'esecuzione dei lavori sono tra i motivi di scontro tra Palazzo d'Orleans e Anas. "Dobbiamo finire il ponte Himera sull'autostrada Palermo-Catania entro il 31 luglio", ha detto Cancelleri.

Il nuovo viadotto avrà una lunghezza di 170 metri e sarà composto da sette conci in acciaio Cor-Ten che nei prossimi giorni saranno alzati in quota.

cancelleri viadotto himera-2"Il 31 luglio - ha ribadito l'esponente del Movimento 5 Stelle mentre mostrava l'attività nel cantiere - è mia intenzione riaprire la strada al traffico e mettere fine a una vergogna", che "ha umiliato i siciliani".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da Cancelleri anche una stoccata al governo regionale e, in particolare, all'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone: "Ha detto che se il 31 di luglio il ponte sarà aperto si dimetterà - ha ricordato Cancelleri -. Si dovrebbe dimettere per non avere rimesso in sicurezza la montagna che è venuta giù e che ha fatto crollare il viadotto. La Regione avrebbe dovuto rimettere a posto la frana che ha provocato il cedimento del ponte e finora non ha fatto nulla - ha concluso il viceministro per le Infrastrutture -. Se non si mette in sicurezza la montagna rischiamo di vedere travolto il nuovo ponte da una nuova frana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

Torna su
PalermoToday è in caricamento