Vaccini, la Sicilia ha deciso: "Obbligatori per i bimbi della scuola dell'Infanzia" 

I genitori dovranno presentare i documenti che attestano che i figli sono in regola. Lo stabilisce una circolare firmata dall'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza: "Le direzioni delle Asp hanno 5 giorni di tempo per potenziare i centri di vaccinazione"

Ingresso vietato nelle scuole dell'infanzia siciliane ai bambini non vaccinati. I genitori dovranno presentare i documenti che attestano che i loro bimbi sono in regola per avere il via libera dall'istituto. Lo stabilisce un provvedimento dell'assessore alla Salute Ruggero Razza: "Le disposizioni operative mettono in atto le direttive del ministero - afferma l'Assessore - e non solo, stabiliamo alcune misure straordinarie per garantire la piena funzionalità dei centri vaccinali, sopperire all'incremento del carico di lavoro, anche in prossimità della campagna antinfluenzale che partirà a breve e limitare i disagi delle famiglie in termini di attesa e di rilascio delle certificazioni". 

La circolare firmata anche dal dirigente dell'Osservatorio epidemiologico Maria Letizia Diliberti, prevede infatti un incremento delle figure professionali impiegate nei centri per le vaccinazioni: le direzioni strategiche delle Aziende sanitarie dovranno individuare a partire da oggi medici, assistenti e infermieri, da poter immediatamente utilizzare presso i centri di vaccinazione. Il provvedimento interessa il personale assegnato alla continuità assistenziale in regime di plus orario, ma anche i medici convenzionati e del 118. In caso di personale insufficiente, dice ancora la circolare di Razza- si potranno "arruolare" anche medici specializzandi in Igiene e Pediatria e i medici di medicina generale che frequentano i corsi di Formazione (CFSMG) a supporto del proprio personale sanitario. Le Asp sono autorizzate a utilizzare quote residuali delle risorse economiche destinate ai progetti Obiettivo del Piano Sanitario Nazionale per istituire rapporti di lavoro, anche temporanei, per colmare l'organico aziendale. I direttori generali in sinergia con i direttori dei dipartimenti di prevenzione delle Asp avranno 5 giorni di tempo per presentare un piano attuativo aziendale.

Obbligatorio per tutte le aziende sanitarie attenersi alla procedura semplificata e fornire direttamente agli istituti scolastici i dati vaccinali di coloro che frequentano la scuola dell'obbligo. "Ribadiamo ancora una volta l'importanza della vaccinazione obbligatoria per i minori da zero a sedici anni - conclude Razza- una misura che in ambito regionale ha consentito un recupero delle percentuali di copertura, sopratutto per i 10 vaccini obbligatori, tale da raggiungere in alcuni casi il 95% degli aventi diritto, valore previsto dai Lea".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

Torna su
PalermoToday è in caricamento