Tavolo dedicato alle politiche sociali, sindacati e pensionati scrivono a Miccichè

In una lettera trasmessa all'esponente della giunta Crocetta, i segretari generali Michele Pagliaro, Mimmo Milazzo e Claudio Barone, congiuntamente ai segretari dei pensionati Maurizio Calà, Alfio Giulio e Antonino Toscano chiedono "un'interlocuzione non frastagliata ed episodica", per programmare un lavoro comune tra assessorato, sindacati e ANCI.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Una richiesta d'incontro urgente con l'assessore regionale alla Famiglia e alle Politiche sociali Gianluca Miccichè per programmare interventi in materia di welfare a favore dei soggetti più deboli ed esposti al rischio della povertà.

A trasmetterla sono i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Sicilia Michele Pagliaro, Mimmo Milazzo e Claudio Barone congiuntamente ai segretari generali di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Sicilia Maurizio Calà, Alfio Giulio e Antonino Toscano, che sottolineano "la necessità di conoscere la volontà dell'assessore Miccichè in merito alla prosecuzione delle attività del tavolo dedicato alle politiche sociali , considerata la povertà sempre più diffusa in Sicilia".

Il tavolo, istituito con un decreto dell'assessorato di via Trinacria e composto dai sindacati confederali, dalle sigle dei pensionati e dall'ANCI, annovera quale obiettivo principale l'interlocuzione costante tra le istituzioni e le organizzazioni dei lavoratori. "Ci chiediamo - si legge nella nota congiunta - se l'assessore ritenga utile lo strumento del tavolo per dare risposte alle numerose emergenze sociali presenti nell'isola, a partire dalle istanze dei soggetti più deboli quali anziani, portatori di handicap e famiglie monoreddito".

"Il tavolo - si legge ancora - ha rappresentato un'intuizione brillante in tema di welfare, la continuità delle azioni da intraprendere in sinergia è una scelta di natura politica: vogliamo sapere che tipo di interlocuzione possiamo attenderci, poiché non siamo interessati né a fingere di intrattenere un dialogo con l'assessorato, né ad un confronto episodico e frastagliato". Cgil, Cisl Uil e sigle dei pensionati non nascondono la preoccupazione "per le numerose questioni da affrontare" e auspicano "la realizzazione di un lavoro comune".

Nello specifico, i segretari chiedono all'esponente del governo Crocetta di inserire tra i temi prioritari del primo incontro le nuove misure di contrasto alla povertà messe a punto dall'esecutivo Renzi; "è però necessario - specificano - che le istituzioni territoriali si impegnino in un'analisi dettagliata dei bisogni dei soggetti e dei nuclei familiari più disagiati, prendendo in carico le loro istanze".

Torna su
PalermoToday è in caricamento