Bagheria, verso la nascita del Sue: lo sportello unico per il turismo e gli eventi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Lo sportello unico per il turismo e gli eventi sarà presto realtà. E’ quanto annunciato ieri, nel corso di una riunione operativa promossa dall’assessore al Turismo di Bagheria, Brigida Alaimo che ha incontrato diverse associazioni turistiche del territorio. "Operativamente le attività per il rilancio del turismo sono già partite - ha spiegato l’assessore - : dal rilancio dell’idea di un biglietto unico programmato e promosso con dovizia di particolari e servizi da aggiungere alla tassa di soggiorno, dal rilancio dei rapporti con associazioni, strutture ricettive e tour operator alla ricerca di un consulente e più figure che - anche a titolo gratuito - supporteranno l’amministrazione per le attività turistiche, questo e molto altro è nelle idee progettuali turistiche dell’amministrazione comunale di Filippo Tripoli". 

“Rilanciare il bello di Bagheria” un primario obiettivo della Giunta. "I problemi sono tanti - dice l’assessore Alaimo - ma non accetto di sentirmi dire che le emergenze sono altre. Non dobbiamo pensare solo ai rifiuti, quelle si sono emergenze, ma anche il rilancio del turismo è emergenza al pari delle altre, perché attraverso esso Bagheria ripartirà e dobbiamo iniziare a programmare anche con altre emergenze ancora in corso".

Il Sute sarà anche il punto di primo contatto per il turista che deve poter ricevere tutte le informazioni con facilità, avrà sede a Villa Butera, e sarà costituito da personale in forza a più direzioni, dall’Icp all’area cultura e spettacoli. L’amministrazione, al contempo, sta lavorando all’apertura dei punti Cit, i centri di informazione turistica su corso Umberto I e quello presso la stazione di Bagheria. "Lo sportello unico per il turismo e gli eventi - conclude l’assessore - sarà un punto di contatto, un work in progress, un contenitore di idee progettuali aperto a tutti quelli che vorranno partecipare perché il turismo per Bagheria significherà opportunità di lavoro". 

L’amministrazione stringerà dei protocolli di intesa con le associazioni per la gestione condivisa di idee progettuali che riguardino il rilancio turistico della città. Non solo questo. Alla riunione era presente, Domenico Gagliano del Centro Studi Aurora che sta sviluppando un progetto che permetterà ad alcuni giovani di essere impiegati, a tempo determinato, in tirocini retribuiti, per svolgere appunto attività a supporto del Comune. I ragazzi che potranno essere individuati dai selezionatori anche dal bacino delle associazioni coinvolte e da coloro che detengono la Carta Rei, saranno attivi in tirocini per progetti indicati dal Comune, anche presso i Cit. All’incontro era presente anche il professor Giuseppe Riticella, presidente nazionale dell’Accademia di alta formazione manageriale e consulenza alberghiera cui l’amministrazione comunale ha intenzione di formalizzare un incarico di consulenza gratuita quale supporto alle attività turistiche. "L’amministrazione ricerca anche possibili talenti nel territorio da formare, master riconosciuti, attraverso i quali, grazie anche alla collaborazione con il Centro Studi Aurora, potrebbero nascere opportunità lavorative per i giovani", sottolinea Riticella. 

Presenti all’incontro anche Maia Cataldo, presidente di Diverso Sud, e Roberto Sardina, project manager che hanno plaudito all’iniziativa dell’amministrazione comunale di rilanciare il turismo e illustrato il progetto Mo.Ve; la presidente di B.C. Sicilia sezione di Bagheria, Maria Giammarresi, il presidente del Museo del giocattolo e delle Cere che ha sede nella struttura comunale della Certosa, Pietro Piraino Papoff, il presidente della Consulta giovanile Federico Guzzo, che in nome di tutto i giovani presenti ha anche voluto lanciare un motto: “Non cambiare Paese, cambia il tuo Paese”, per migliorarlo e creare opportunità per i giovani.  Presente inoltre Pietro Pagano di Natura e Cultura che si occupano della gestione della magnifica opera naturalistica che è l’Arco Azzurro e Giuseppina Greco di Cultura Lab. Presenti ancora la Pro Loco di Bagheria, l’associazione Acas, La Piana d’oro, Clean World, la Lega navale di Aspra, Solemar, il Fai, il Gruppo MonteCatalfano, Cstm Italia, Meca Service, La città che vorrei conf-esercenti e Opunzia.

Torna su
PalermoToday è in caricamento