Sinistra Comune, Giusto Catania si dimette da consigliere: al suo posto Fausto Melluso

Il neo-assessore alla Mobilità, Urbanistica e Ambiente lascia il posto al primo dei non eletti. "Non si tratta di un atto dovuto, ma di un na scelta politica mirata anche ad ampliare la rappresentanza istituzionale del movimento". Evola capogruppo a Sala delle Lapidi

Il neo-consigliere comunale Melluso con l'assessore Catania e gli altrii componenti del gruppo di Sinistra Comune

Dopo la nomina in Giunta, Giusto Catania si dimette da consigliere comunale. Il neo-assessore alla Mobilità, Urbanistica e Ambiente lascia il posto a Fausto Melluso, primo dei non eletti nella lista di Sinistra Comune.

"Una scelta politica e collettiva, in piena sintonia con le istanze di Sinistra Comune" si legge in una nota del movimento. "Non si tratta di un atto dovuto - viene ulteriormente precisato - perché non c'è incompatibilità fra le due funzioni. E' una scelta politica mirata anche ad ampliare la rappresentanza istituzionale di Sinistra Comune".

Fausto Melluso, nella seduta di oggi pomeriggio, assumerà formalmente la carica di consigliere comunale. Mentre Barbara Evola sarà il nuovo capogruppo. "Nel progetto di rilancio della città accolto dall'assemblea - conclude la nota - Sinistra Comune raccoglie la sfida e mette a disposizione tutte le sue energie, perché intende essere protagonista di un cambiamento radicale e irreversibile e svolgere un funzione di guida nel governo della di Palermo nel 2022".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento