Sgombero campo rom, Figuccia (Udc): "Dopo 30 anni si chiude pagina d’inciviltà"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Dopo 30 anni, finalmente il campo Rom della Favorita viene sgombrato, chiudendo così una pagina d’inciviltà rimasta aperta troppo a lungo". Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc, che prosegue: “Viene restituito alla città un pezzo importante, una parte del più grande polmone verde palermitano, ma soprattutto viene eliminata una sacca dove regnavano illegalità, sporcizia, degrado. Se è vero che Palermo è una città accogliente, è altrettanto vero che deve essere data a tutti la possibilità di vivere con dignità. Peccato, soltanto, che sia stato necessario l'intervento della magistratura per dire basta a questa vergogna. Il sindaco, troppo impegnato a sbandierare ai quattro venti la sua multiculturalità, è stato nettamente battuto dalla legge. Adesso viene il bello: ci aspettiamo che l'amministrazione comunale riqualifichi al più presto l'area e la restituisca ai palermitani".

Torna su
PalermoToday è in caricamento