Tagli ai servizi per studenti disabili, Alongi: "Mi batterò per garantire diritti alunni e lavoratori"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Apprendiamo con forte preoccupazione il taglio di 50 unità operative da parte della Città metropolitana di Palermo degli operatori che svolgono il servizio igienico sanitario personale agli studenti disabili. Sappiamo con certezza che l'Ufficio scolastico regionale non potrà garantire la copertura di questa 50 unità. Chiediamo con forza al sindaco della città Metropolitana Leoluca Orlando e all'assessore regionale alla Famiglia Carmencita Mangano che si assumano le proprie responsabilità, non facciano macelleria sociale licenziando 50 operatori e creando un fortissimo disservizio che peserà sulla testa degli studentui disabili. Ci batteremo in ogni sede, legale e istituzionale, per affermare il pricipio del diritto allo studio e all'assistenza a tutti gli studenti disabili del capoluogo e della provincia. I loro diritti devono essere garantiti ad ogni costo, così come quelli dei lavoratori, che hanno maturato professionalità ed esperienza in questo settore. Mi batterò strenuamente per questi principi, anche facendo le barricate se necessario". Questa la dichiarazione di Pietro Alongi sui tagli all'assistenza igienico sanitaria agli alunni disabili di Palermo e della provincia.
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento