Arresti sanità, Fava: "Settore resta tragico bancomat al servizio della politica"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Al di là delle contestazioni specifiche, l'inchiesta della Procura di Palermo e della guardia di finanza conferma che la sanità in Sicilia resta un tragico bancomat al servizio della politica, e viceversa. Per scambiarsi poltrone, carriere, denari ed appalti". Lo ha dichiarato il presidente della commissione regionale antimafia e anticorruzione, Claudio Fava.

"È triste - ha aggiunto - dover commemorare Giovanni Falcone senza che i governi che si sono succeduti in questi 28 anni abbiamo saputo mettere in campo, oltre alle frasi di circostanza, strumenti idonei ad evitare che la corruzione resti il naturale terreno di incontro tra appalti e politica".

Torna su
PalermoToday è in caricamento