Comune, ok dalla Giunta al nuovo assetto della burocrazia: Le Donne direttore generale

La riorganizzazione, che sarà operativa dal primo giugno, è stata "calibrata" sulle deleghe politiche attribuite col rimpasto di Giunta: otto le aree, ognuna risponde direttamente a un assessorato. Per il valzer dei burocrati bisognerà però aspettare. Nei prossimi tre anni il numero dei dirigenti scenderà da 91 a 80

Palazzo delle Aquile

Cambia l'assetto dei servizi dirigenziali al Comune. Ieri è arrivato il via libera della Giunta, che ha varato anche il nuovo organigramma dell'ente. La novità principale è l'affidamento temporaneo dell'incarico di direttore generale al segretario Antonio Le Donne. Una figura assente da anni a Palazzo delle Aquile: Le Donne sarà responsabile anche della cabina di regia sulle partecipate. La riorganizzazione sarà pienamente operativa dal primo giugno prossimo e manterrà la stessa "configurazione" fino al termine della sindacatura. Per il valzer dei dirigenti bisognerà però aspettare almeno 20 giorni, tempo necessario per modificare il regolamento dei servizi, procedere all'atto d'interpello e al confronto sindacale. Già la prossima settimana il sindaco Orlando, il suo vice Giambrone (che ha la delega al Personale) e il segretario Le Donne incontreranno i burocrati per illustrare i contenuti della delibera. Tutte le aree saranno incardinate sotto il vicesindaco, mentre resteranno in diretta relazione con il sindaco la Giunta e il Consiglio comunale, che presto avrà un dirigente dedicato a tempo pieno. 

La riorganizzazione - messa a punto dal segretario Le Donne, in base delle direttive del sindaco Orlando - è stata "calibrata" sulle deleghe politiche attribuite con il rimpasto di Giunta dello scorso marzo: 8 le aree, ognuna risponde direttamente a un assessorato. Eccole: area delle Culture; area dell'Educazione, Formazione e Politiche Giovanili, area della Cittadinanza; area della Ragioneria Generale, Tributi, Patrimonio e Partecipate; area dello Sviluppo Economico, area tecnica della Rigenerazione urbana e delle Opere pubbliche, area della Pianificazione urbanistica, area del Decoro urbano e del Verde. Più quella della Polizia Municipale.

Scendendo nel dettaglio, sono stati costituiti tre appositi servizi dirigenziali per assicurare un coordinamento diretto con gli assessori: Innovazione (già esistente, sarà potenziato), Protezione Civile, Statistica. La funzione di controllo delle società partecipate, inoltre, viene suddivisa in tre dimensioni: il direttore generale si occuperà di controllo della gestione aziendale, qualità dei servizi, verifica di bilancio, risorse umane; i capi area competenti per ambito d’intervento dell'impostazione strategica e del controllo analogo; i servizi dirigenziali dei contratti di servizio. Cambia assetto anche il settore delle gare e dei contratti, che diventerà unità: ciò permetterà di far confluire in un unico servizio le procedure per la scelta del contraente per lavori, servizi e forniture sopra soglia Ue; decentrando la gestione delle gare sotto soglia presso i rispettivi servizi competenti in materia. Tra le novità anche un servizio dedicato al tram, che sarà incardinato nella Mobilità.

E' prevista una progressiva riduzione dei posti in organico dei dirigenti - che passeranno da 91 a 80 - nel corso del prossimo triennio. Nella dotazione organica dirigenziale verranno introdotte nuove professionalità in campo informatico, economico, statistico, ambientale, sociale, "idonee - si legge nella delibera - a supportare un netto potenziamento quali-quantitativo dei servizi resi". A regime ci saranno 34 dirigenti amministrativi, 15 dirigenti avvocati, 12 dirigenti tecnici, 8 dirigenti contabili, 3 dirigenti culturali, 2 dirigenti area vigilanza, 1 dirigente agronomo, 1 dirigente tecnico ambientale, 1 dirigente informatico, 1 dirigente economista, 1 dirigente dei servizi sociali, 1 dirigente statistico. La riduzione dell'organico avverrà con la progressiva cessazione dal servizio del relativo titolare. I posti verranno quindi mantenuti fino "a esaurimento". E' il caso ad esempio dell'ufficio legale: il numero degli avvocati diminuirà fino a 15, man mano che ci saranno i pensionamenti. Ciò, scrive il segretario generale, "a beneficio di un aumento ben più che proporzionale dei funzionari legali a supporto delle sette sezioni specializzate che saranno composte da due avvocati, di cui uno coordinatore, oltre all’avvocato Capo, responsabile dell’area".

Nel più breve tempo possibile, un dirigente verrà destinato a tempo pieno alla funzione di presidio del Consiglio comunale. Mentre nelle circoscrizioni non ci saranno più dirigenti: il presidio verrà garantito dalle posizioni organizzative. Le figure dirigenziali che così si liberano andranno quindi a ricoprire gli incarichi che negli ultimi anni sono stati ad interim. L’applicazione dell’interim sarà limitata ai soli posti dirigenziali vacanti inattesa della copertura tramite concorso o mobilità. "Tutti gli altri posti - si legge ancora nella delibera - devono obbligatoriamente essere coperti sulla base del principio 'un dirigente, un servizio', chiudendo con le situazioni di vacanze di posto che presentano difficoltà, se non impossibilità, di presidio". 

"La base per un importante lavoro di raccordo e collaborazione, nel rispetto dei rispettivi ruoli e mandati, con la dirigenza è punto cardine della macchina amministrativa. Credo utile sottolineare che la Giunta abbia esplicitamente rimarcato l'importanza della rapida ricostituzione delle posizioni organizzative: elemento importante della operatività dell'intera struttura" ha dichiarato l'assessore al Personale, Fabio Giambrone, che ha avuto specifico mandato dal sindaco di attivarsi per accelerare l'iter del concorso per i dirigenti tecnici. "Questa riorganizzazione - ha sottolineato il sindaco Orlando - snellisce la struttura e la rende più aderente all'organizzazione delle deleghe politiche, per assicurare un maggior raccordo fra funzioni dirigenziali ed assessoriali per l'attuazione del programma. Una riorganizzazione che libera risorse che saranno redistribuite all'interno della struttura e che nel suo complesso avrà un minore peso organizzativo". 

Potrebbe interessarti

  • Pesciolini d'argento, piccoli ma così fastidiosi: come eliminarli dalle case palermitane

  • Al sole sì ma con il filtro giusto, cosa non deve (mai) contenere una crema solare

I più letti della settimana

  • Incidente in corso dei Mille, scontro fra un'auto e uno scooter: morto un giovane

  • Lo Stato vende 30 immobili in Sicilia, quattro le occasioni a Palermo e provincia  

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

  • Travolto e ucciso in bici il pm che fece condannare Totò Riina e lottò contro i corleonesi

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

  • Via Roma, mostra il dito medio alla polizia: arrestato dopo un parapiglia

Torna su
PalermoToday è in caricamento