"A Bellolampo vasche esaurite", nuova diffida del M5S alla Regione

"Ad oggi - dicono i pentastellati - nessuno vuole assumersi la responsabilità delle gestione delle vasche esaurite della discarica alle porte di Palermo, che producono, per stessa ammissione della Rap, i due terzi del percolato dell'intera discarica"

Foto archivio

“Individuare immediatamente i responsabili delle 5 vasche esaurite di Bellolampo per la tutela della salute pubblica e per evitare danni alle casse pubbliche”. E' questo il contenuto della diffida inviata dalla deputata palermitana del M5S alla Camera, Claudia Mannino, all'assessorato regionale all'Energia e rifiuti.

"Ad oggi - spiegano dal M5S - nessuno (tra Rap, Comune e curatela fallimentare dell'Amia) complice l'immobilismo della Regione, vuole assumersi la responsabilità delle gestione delle vasche esaurite della discarica alle porte di Palermo, che producono, per stessa ammissione della Rap, i due terzi del percolato dell'intera discarica".

“Questo tipo di atteggiamento – afferma Claudia Mannino – è assolutamente negativo sotto tutti i punti, non ultimo quello economico. Infatti siamo davanti al paradosso che, a dispetto di quanto stabilito da diverse sentenze, nessuno vuole assumersi la responsabilità della gestione del cosiddetto 'post mortem' delle vasche, con la conseguenza di costi certi che gravano sui cittadini a fronte di introiti per la captazione del biogas prodotto dalle discariche che non incamera nessuno. La magistratura in varie circostanze si è espressa e ha dato mandato all'assessorato Energia e rifiuti di farsi carico di risolvere la vicenda, coinvolgendo gli altri soggetti. Ma i fatti dimostrano che si è preferito l'immobilismo. Dato che però rischiamo anche una una procedura di infrazione europea per tale vicenda, abbiamo posto un aut aut alla Regione".

Quella per la gestione delle vasche esaurite è la seconda diffida presentata questo mese dal Movimento nei confronti dell'assessorato retto da Vania Contrafatto. Lo scorso 3 dicembre, infatti, Claudia Mannino aveva diffidato l'assessorato Energia e rifiuti per la gestione del percolato.

Potrebbe interessarti

  • Pesciolini d'argento, piccoli ma così fastidiosi: come eliminarli dalle case palermitane

  • Al sole sì ma con il filtro giusto, cosa non deve (mai) contenere una crema solare

  • Che rumori, questa casa non è un inferno: come insonorizzare un'abitazione a Palermo

  • Addio pelle secca, cosa fare (e non) per scongiurarla anche con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Incidente in corso dei Mille, scontro fra un'auto e uno scooter: morto un giovane

  • Lo Stato vende 30 immobili in Sicilia, quattro le occasioni a Palermo e provincia  

  • Sferracavallo, stuprata mentre aspetta il treno per l'aeroporto: fermato diciannovenne

  • L'incidente di corso dei Mille, muore in ospedale anche il cugino di Montesano

  • Via Roma, mostra il dito medio alla polizia: arrestato dopo un parapiglia

  • Incidente sulla Palermo-Catania, si ribaltano due mezzi: una ferita

Torna su
PalermoToday è in caricamento