Rifiuti, sì agli ispettori ambientali: multe più salate per chi lascia escrementi di cane in strada

Gli incivili rischiano di pagare fino a 500 euro. Contravvenzioni aumentate anche chi porta l'immondizia da fuori città. Lo prevede il nuovo regolamento approvato in commissione Affari Generali. I nuovi vigilates acquisiranno i dati dei trasgressori, ma non li potranno sanzionare. La parola passa al Consiglio

Ispettori ambientali per sensibilizzare i cittadini sul conferimento dei rifiuti e provare a incrementare la differenziata. Multe più salate - fino a 500 euro - per i proprietari dei cani che non raccolgono gli escrementi lasciati per strada. Inasprimento delle sanzioni per chi conferisce i rifiuti da fuori città. Sono alcune delle misure contenute nel nuovo regolamento sulla gestione del servizio rifiuti, approvato oggi dalla commissione Affari Generali.

Il via libera è arrivato dopo l'audizione di Francesco Fiorino, dirigente comunale del settore Ambiente, che tra le altre cose ha confermato l'intenzione dell'amministrazione di togliere dal contratto della Rap (che va rinnovato entro luglio) la manutenzione di strade e marciapiedi. Una richiesta da tempo avanzata dall'amministratore unico di Rap Giusep Norata. Le opzioni potrebbero essere due: affidare la manutenzione stradale ad un'altra partecipata del Comune o esternalizzarla, ovvero assegnarla con gara ad un privato.

La novità principale del regolamento sulla gestione del servizio rifiuti riguarda l'istituzione della figura dell'ispettore ambientale, che avrà compiti di vigilanza e respessione degli illeciti amministrativi. Se ne parla da anni. Adesso s'intravede qualcosa di concreto. Dopo il passaggio in commissione, il regolamento approderà a Sala delle Lapidi. Con l'approvazione il Consiglio darà alla Giunta la delega di selezionare tra i ranghi della Srr Palermo Ambiente almeno 30 ispettori ambientali. Numero che potrebbe salire a 50, come dice il presidente della commissione Affari Generali Rosario Arcoleo, "se la Rap metterà a disposizione il suo personale".

"Queste nuove figure professionali - spiega Arcoleo - attiveranno un filo diretto con la cittadinanza per informare l’utenza, sugli orari e le modalità di raccolta per ogni tipologia di rifiuto, oltre ad avere un ruolo di controllo e vigilanza sul rispetto del regolamento, segnalando la necessità di sanzioni su eventuali violazioni alla polizia municipale". In sostanza, potranno richiedere i dati dei trasgressori (per trasmetterli ai vigili urbani) ma non potranno fare multe. Non è ancora chiaro se, in futuro, gli ispettori ambientali possano elevare multe direttamente. Come ad esempio accade oggioggi gli ausiliari del traffico. Nel regolamento è contenuta la tabella con gli importi di tutte le contravvenzioni: si va dai 25 euro per chi getta in strada un sacchetto di immondizia ai 6 mila e dicheuro per chi abbandona rifiuti pericolosi come l'l'eternit. "L'amministrazione - dichiara Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell'Udc - punta sugli ispettori ambientali. Nulla di male, se tutto ciò fosse pensato per iniziare un percorso virtuoso di dialogo con i cittadini. Invece dietro questa figura si nasconde la volontà dell'amministrazione di vessare sempre e solo i cittadini". 

Rispetto al testo predisposto dagli uffici del Comune, in commissione sono passati a maggioranza alcuni emendamenti. Come l'inasprimento delle multe per chi non raccoglie gli escrementi dei cani: le sanzioni potranno vaiare da un minimo di 150 a un massimo di 500 euro (ora oscillano da 25 a 50 euro). Verbali fino a 500 euro per chi porta l'immondizia a Palermo dai paesi dell'hinterland. "Sono soddisfatto per l'approvazione di questi due emendamenti - afferma Marcello Susinno, consigliere di Sinistra Comune che li ha presentati - per hanno l'obiettivo di tutelare il decoro urbano e debellare il fenomeno della migrazione dei rifiuti". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (20)

  • Sperando che la sanzione pecuniaria...anzi lo "spettro" della sanzione pecuniaria...possa avere qualche effetto deterrente...mi pare difficile

  • se potessi scegliere preferirei avere marciapiedi completamente ricoperti e tanti palermitani in meno

    • Avatar anonimo di cittadino
      cittadino

      a bellolampo c'è posto

  • guardate via don orione e via montepellegrino e uno schifo totale io dove vado vado sono costretto a camminare guardando per terra avendo paura che vada a finire sopra degli escrementi. queste cose accadono i sicilia calabria e campania. era ora

  • Quello degli escrementi dei cani è un vero problema nella mia zona, Zisa, Olivuzza, Tribunale, Lascaris, e tutte le traverse limitrofe. intorno alla scuola Colozza poi è veramente uno schifo!!!

  • Questo mio commento è rivolto alla consigliera comunale Sabrina Figuccia per la dichiarazione da vecchia politicante che tale provvedimento sia rivolto a vessare sempre i cittadini. Per una di quelle rare volte che il comune adotta una misura logica contro una buona parte di palermitani incivili. Proprio per questi atteggiamenti "benevoli"dell'Amministrazione comunale e di conseguenza anche delle forze dell'ordine dei cittadini Palermo è ridotta in queste condizioni da decenni. Infine dico che non ci sarà mai nessun dialogo che convincerà le persone incivili.

    • Concordo in pieno! X educare il cittadino bisogna multarlo, mettergli “le mani in tasca”, non cè altra soluzione! Se non altro rispetteranno la legge x paura della multa (e non x senso civico, che non sanno nemmeno cosa sia).

  • Pi cosi giusti

  • invece di pensare agli escrementi perche il caro orlando non pensa di togliere la monnezza?

    • Fanno parte anche quelli dello schifo che ti circonda.. o anche tu hai un cane e nn li raccogli? Oppure ti diverti a pestarle, oltre che a sentirne la puzza? Hai perso un'occasione per tacere...

  • era ora

  • era ora !!! sotto casa mia dobbiamo saltare gli ostacoli di escrementi!

  • State mezza giornata in via Tasso, dietro la casa del Prefetto, e vedrete quante persone non raccolgono gli escrementi dei propri cani! Quei marciapiedi sono impraticabili....

  • Vi comunico inoltre che la via Enrico dandalo di fronte ospedale aiuto materno in via lancia di brolo è il cacatoio di tutti i cani della zona e la gente che non raccoglie MAI gli escrementi dei propri cani. Magari un ispettore mandatelo qua in via lancia di brolo

  • Ok perfetto.. quindi multa per chi non raccoglie escrementi di cani ma dove??? In via libertà al politeama in via principe di belmonte o al teatro massimo??? E tutti gli altri quartieri continuiamo a stare in mezzo ai rifiuti!!!! E bravi. Orlando TE NE DEVI ANDAREEEEEE

  • giusto ma anche agli operatori che non svolgono il Loro Lavoro

  • Altra buffonata altre figure inutili da istituire i vigili non si devono sciupare troppo qualificati

  • Un tema piuttosto scottante. Occorrerà vedere dove andranno questi ipotetici ispettori ambientali. Non capisco poi perché la raccolta delle foglie secche in alcune strade o degli aghi di pino in circonvallazione avviene in due momenti sepatati. Una squadra pulisce e un'altra raccoglie dopo. Secondo me è spreco di risorse umane, di tempo e di materiale. Perché non accorpare ad un gruppo (vedi strade e marciapiedi) e ad un altro ville e giardini ? È cosi difficile semplificare certi incarichi ?

  • Non si può fare l'accertamento senza la contestazione immediata da parte Dell accertatore l 689/81 art "13 quindi rettificare gli incarichi

  • dovrebbero arrestarli non le multe e uno schifo non si può camminare in strada specialmente nelle borgate che non ci sono controlli

Notizie di oggi

  • Politica

    "Cittadino italiano", il giuramento davanti al sindaco: risolto il caso del giovane figlio di rifugiati

  • Cronaca

    Omicidio a Partinico, donna accoltella il marito e poi si costituisce

  • Cronaca

    "Finiti i lavori sul ponte di via Basile": viale Regione torna alla normalità

  • Cronaca

    Corso Tukory, sgomberato il mercatino degli abusivi: liberato l'ingresso del Gemmellaro

I più letti della settimana

  • Boss si pente, terremoto nella mafia palermitana: arrestati il nipote del "Papa" e il figlio di Lo Piccolo

  • Incidente in via Libertà, tre feriti gravi: "Urla strazianti, un intero quartiere è sceso in strada"

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, auto contro scooter: morto sedicenne

  • Via Oreto, muore d'infarto mentre è al volante

  • Inseguimento da film, furgone contromano in viale Regione si scontra con la polizia: 4 feriti

  • Maxi incidente al porto, coinvolte tre auto e una volante della polizia

Torna su
PalermoToday è in caricamento