La Regione "blinda" i suoi uffici: in arrivo metal detector e videosorveglianza

Lo ha stabilito la Giunta Musumeci per "garantire un buon livello di sicurezza all'interno dei luoghi di lavoro in tutte le sedi istituzionali"

"Garantire un buon livello di sicurezza all'interno dei luoghi di lavoro in tutte le sedi istituzionali della Regione Siciliana". E' lo scopo che si è prefissato il governo Musumeci, che ha dato il via libera a un potenziamento delle misure di sorveglianza degli uffici. In particolare, nelle sedi della Presidenza e degli assessorati verranno installati sistemi di videosorveglianza, antintrusione e sensori di allarme, macchine radiogene, metal detector a ponte e sistemi di controllo agli accessi.

"Su questo fronte - evidenzia Musumeci - siamo molto in ritardo rispetto alle altre Regioni italiane. Garantire sicurezza e serenità a chi lavora o si reca negli uffici regionali è un dovere imprescindibile. Valuteremo nei prossimi giorni se adottare un progetto specifico, già redatto nel 2011 e non realizzato. In ogni caso, dobbiamo far presto. Su questa esigenza, sono sicuro, incontreremo il favore delle organizzazioni sindacali".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Un ritardo davvero ridicolo.

Notizie di oggi

  • Politica

    Benigno-La Vardera atto secondo, l'attore in Procura: "Quel film non deve uscire..."

  • Cronaca

    "Non sono socialmente pericolosi", imprese e immobili tornano ai Rappa

  • Politica

    Palermo-Agrigento e passante, sindacati edili incontrano Toninelli: "A rischio 100 lavoratori"

  • Cronaca

    Trenitalia punta su Palermo: più corse per l'aeroporto e più convogli per Agrigento

I più letti della settimana

  • Commercianti denunciano il pizzo, il pentito parla: 10 arresti per mafia a San Lorenzo

  • Fidanzati scomparsi da due giorni, il papà del ragazzo: "Li abbiamo trovati, stanno bene"

  • Si allontana da casa della nonna ad Altavilla: giovane scompare insieme alla sua ragazza

  • Palermitano da record: "A 55 anni sono il bisnonno più giovane d'Italia"

  • Pentito telefona a Calí: "Tu numero uno degli sbirri, pronte due pistole per ucciderti"

  • Palermitano molla tutto e cambia vita: "Così ho portato la caponata in Andalusia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento