Musumeci e la scomoda poltrona da governatore: "Non mi ricandido, sono fuori moda"

Il presidente della Regione parla del futuro e annuncia che a fine mandato non intende replicare l'esperienza a Palazzo d'Orleans: "Io parlo di collaudo dighe e invece la gente vuole capire perché non posso assumere suo figlio"

Il presidente della Regione Nello Musumeci

Un mandato, uno solo, senza "repliche". All'indomani della pubblicazione della classifica del Sole 24 ore che lo colloca ultimo come indice di gradimento di presidenti di Regione in Italia, il governatore Nello Musumeci annuncia che non intende candidarsi nuovamente per Palazzo d'Orleans: "A fine mandato non mi ricandiderò perché sono un presidente fuori moda, sono abituato ad altre regole. Ma sono convinto di essere dalla parte della regione".

"In Sicilia - ha detto Musumeci - il politico per bene viene definito cristiano 'bonu che nente fa' - dice in sicilianob- significa posti di lavoro o tangenti. Quello 'spertu' è 'latru' però 'mancia e fa manciare' (quello furbo mangia e fa mangiare ndr). Io non ho mai avuto un avviso di garanzia, il problema è se sono ancora in sintonia con questa cultura".

Musumeci non piace ai siciliani: è ultimo nella classifica di gradimento dei governatori“

"Io parlo di collaudo dighe e invece la gente vuole capire perché io non posso assumere suo figlio - aggiunge Musumeci -. Sono il presidente con il minor indice di gradimento e non mi sorprende. Provo amarezza ma me lo aspettavo. La gente vuole fuochi d'artificio. Fra un paio di anni quello che stiano seminando lentamente emergerà e la gente capirà ma questa è la stagione dell'odio e della violenza verbale in cui l'avversario diventa nemico. Oggi non ci sono più partiti. Sono tutti iscritti in un grande orfanotrofio di idee".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Avatar anonimo di ilTafano
    ilTafano

    Musumeci, misto di arroganza e incompetenza.

  • Chiudete palazzo dei Normanni una enorme emorragia di finanze porterà questa terra di sicilia al disastro . E che tutti i cartonari vadano al macero .

    • Concordo pienamente. Il più bel palazzo al mondo in mano a arroganti della politica che ne hanno fatto la loro alcova, spregiudicati e divoratori delle risorse di una terra unica al mondo.....

  • Avatar anonimo di Salvo
    Salvo

    sa bene che non si tratta di moda, ma di fatti

  • Ottime parole.

  • ...diceva il ceco... questa me la devo vedere tutta!!!

    • ...e lo sloveno che diceva?

    • E l'ungherese?

  • cosa ha fatto in questi mesi per la Sicilia? Se non per Catania, qualsiasi cosa per Catania, perché è li il suo elettorato, deve votarlo il palermitano o il trapanese? La Regione Siciliana non esiste più da Lombardo in poi non esiste più

    • ....hai citato Lombardo come se prima di lui gli altri avessero onorato i principi statutari della Regione. Forse, volevi dire Piersanti Mattarella mi auguro. L'autonomia va abrogata, non siamo riusciti a farne un vantaggio, anzi il contrario....

Notizie di oggi

  • Mafia

    "La mafia è stata decapitata, Palermo non permetterebbe mai a Messina Denaro di fare il capo"

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cronaca

    Pasqua di sangue in Sri Lanka, Orlando: "Vicino ai nostri concittadini cingalesi e tamil"

  • Cultura

    La Casa delle Farfalle resta aperta per le feste: a Pasqua e Pasquetta orario continuato

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento