Ars, primo via libera al ddl rifiuti, M5S: "Ministro Costa monitori la situazione"

Il testo ha avuto il disco verde della commissione. Trizzino: "Se non avessimo pressato il Governo, dimostrando di essere un'opposizione costruttiva, saremmo ancora all'anno zero"

Via libera in commissione Ambiente dell'Ars al testo base del disegno di legge sui rifiuti, presentato dal Governo. Lo rende noto il M5S, che la scorsa settimana su richiesta del deputato regionale Giampiero Trizzino ha chiesto la procedura d'urgenza sull'emergenza rifiuti, poi approvata a maggioranza dall'Aula.

"Se non avessimo pressato il Governo, dimostrando di essere un'opposizione costruttiva - dice Trizzino – saremmo ancora all'anno zero. Se la scorsa settimana non avessimo posto il tema, l'Aula non si sarebbe espressa a favore sulla procedura d'urgenza. Diamo atto al Governo per avere inglobato nel testo base sui rifiuti, incardinato oggi in commissione, una serie di misure contenute nella nostra proposta, presentata alla stampa nei giorni scorsi, come nel caso dell'Osservatorio sui rifiuti. Questo ddl – aggiunge - non risolve il caos rifiuti in atto in Sicilia che ricade su Musumeci, in base dai poteri speciali concessi dal governo Gentiloni in materia. Siamo in contatto con il ministro per l'Ambiente Sergio Costa, al quale abbiamo chiesto un monitoraggio costante della crisi siciliana e di sollevare Musumeci dall'incarico di commissario straordinario per l'Emergenza rifiuti in Sicilia, in caso di inadempimenti”. Poi riferendosi ai lavori della Commissione Trizzino conclude: “E' evidente che presenteremo degli emendamenti 'migliorativi' al testo base del Governo per arrivare a una sintesi, che sia capace di spingere al massimo la raccolta differenziata e di ripristinare la normalità nel sistema di gestione dei rifiuti in Sicilia”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento