Viabilità provinciale al collasso, Musumeci: "Toninelli ci dica cosa vuole fare"

Il presidente della Regione incalza il governo centrale e torna a chiedere la nomina del commissario straordinario, come annunciato dal ministro dei Trasporti nei mesi scorsi: "Da quasi quattro mesi attendiamo risposte"

Il governatore Musumeci e il ministro Toninelli

Non tira un'aria serena tra Palermo e Roma. Motivo del contrasto tra governo regionale e nazionale è lo stato della viabilità provinciale, o meglio le soluzioni che Palazzo d'Orleans chiede di adottare ma per le quali serve il via libera. "Da quasi quattro mesi attendiamo di sapere cosa il ministro per le Infrastrutture vuole fare per affrontare la drammatica condizione della viabilità provinciale in Sicilia", attacca il governatore Nello Musumeci.

Parole che suonano come una risposta a quelle pronunciate dallo stesso Toninelli in occasione della visita al cantiere per il raddoppio della statale 640, quando ha ribadito che "la prossima settimana sarà varato lo 'sblocca cantieri', con la nomina del commissario per la viabilità delle strade locali in Sicilia e questo ci permetterà di sbloccare centinaia di cantieri nell’Isola" ma ha anche lanciato una "frecciata" al governatore: "Musumeci ci deve dare una mano, non si deve mettere di traverso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Musumeci adesso ricorda quanto concordato nei mesi scorsi e incalza il governo: "Abbiamo chiesto, cosi come concordato con Toninelli in occasione dell'incontro avuto a Palazzo d'Orleans nello scorso novembre: il riconoscimento dello stato di emergenza; la nomina di un commissario, nella persona del presidente della Regione, con poteri straordinari che possa in pochi mesi aprire i cantieri e avviare i lavori; le risorse finanziarie integrative per far fronte alle centinaia di interventi sulle strade dell'Isola. A distanza di mesi ci vuol dire il ministro che cosa pensa di fare per affiancare la Regione in questa vasta operazione di riqualificazione delle strade provinciali? Quali poteri, quali risorse e quali tempi?".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

Torna su
PalermoToday è in caricamento