"L'elezione di Musumeci è illegittima": Busalacchi chiede al Tar di annullare le Regionali

Il candidato alla presidenza della Regione con "I nuovi Vespri" era stato escluso dalla competizione per irregolarità nella presentazione delle liste: "Ma sono nulla a confronto delle illegittimità, irregolarità e illegalità commesse nella compilazione delle altre liste"

Franco Busalacchi

Avranno una "coda" in tribunale le elezioni regionali del 5 novembre scorso vinte dal candidato del centrodestra Nello Musumeci. Franco Busalacchi, leader del movimento "I Nuovi Vespri" e candidato alla presidenza escluso dalla corsa per irregolarità nella presentazione delle liste, ha presentato ricorso al Tar chiedendo l'annullamento del voto. "Musumeci - ha sottolineato Busalacchi - non deve stare dove sta. La sua elezione è illegittima, la sua presidenza è illegittima e quindi deve essere annullata".

Tramite l'avvocato Lillo Massimiliano Musso, è stato depositato un fascicolo in cui si chiede ai giudici amministrativi l'annullamento delle elezioni e della proclamazione di Nello Musumeci a governatore.

I dettagli del ricorso al Tar

Per Busalacchi "l'illegittimità" dell'elezione di Musumeci risiede "nelle stesse ragioni che il Tar ha posto per impedire alla mia lista di partecipare alle elezioni. Le irregolarità formali che il Tar ha definito insanabili - sottolinea - sono nulla a confronto delle illegittimità, irregolarità e illegalità che sono state commesse nella compilazione delle altre liste. Io non faccio nessun discorso sui voti, il problema è alla fonte".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ricorso riguarda sia le liste di centrodestra sia quelle di centrosinistra presentate nei collegi di Agrigento, Messina e Catania.
Il leader de "I Nuovi Vespri" parla di "falsi documentali. Ci sono persone che quando hanno presentato la candidatura erano a Trezzano sul Naviglio e al loro posto un notaio presentava la candidatura ad Agrigento. Questo è un esempio di falso ideologico e documentale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento