Dalla Regione 40 milioni per i disabili: finanziati assistenza scolastica e assegni di cura

Quasi otto milioni verranno trasferiti alle ex Province per il mantenimento delle attività in favore degli alunni con disabilità, il resto della cifra servirà all'erogazione dell'assegno ai gravissimi. Musumeci: "Somme necessarie per coprire l'intero fabbisogno del 2019"

Altri quaranta milioni di euro saranno impiegati per garantire l'assistenza ai disabili. Lo ha deciso il governo regionale. In particolare, quasi otto milioni verranno trasferiti alle ex Province per il mantenimento delle attività di assistenza agli alunni con disabilità fisiche o sensoriali, mentre altri 33 milioni di euro verranno destinati per l'erogazione dell'assegno di cura ai gravissimi.

"Erano somme necessarie – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci - per coprire l'intero fabbisogno del 2019. Il governo, riprogrammando le risorse del Fondo per la non autosufficienza e grazie a una proficua e costante interlocuzione avuta con il ministero delle Politiche sociali nelle scorse settimane, ha garantito sia il mantenimento del servizio di assistenza agli alunni disabili, sia il pagamento dell'assegno di cura per tutti i disabili gravissimi fino a fine anno. Un altro impegno mantenuto".

L'insufficienza delle risorse per quest’anno era dovuta, soprattutto, all'aumento delle persone disabili gravissime che nel 2019 sono passate da 10.746 a 12.831.

"Una crescita – aggiunge l'assessore delle Politiche sociali, Antonio Scavone - che ha determinato un ulteriore fabbisogno di 32,9 milioni di euro, oltre ai 135 milioni già assegnati. Con i 7,8 milioni, in aggiunta ai 24 già trasferiti alle Città metropolitane e ai Liberi consorzi di Comuni, garantiamo, invece, l'assistenza agli alunni disabili con particolare riguardo ai servizi di trasporto, di convitto e semi convitto, ai servizi negli ambiti igienico-personale, comunicazione extra scolastica e autonomia e comunicazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento