"Il testamento di Tusa", sì alla riforma dei Parchi archeologici e soldi per restaurare i monumenti

Approvate dalla Giunta regionale le ultime proposte dell'assessore ai Beni culturali, scomparso domenica in seguito ad un incidente aereo avvenuto in Etiopia. Con 5 milioni verranno finanziati sei interventi di risanamento e valorizzazione: dal castello di Maredolce al duomo di Monreale

Sebastiano Tusa

Prima il saluto commosso, poi il via libera alle ultime proposte fatte da assessore ai Beni culturali. La Giunta regionale dà esecuzione alle ultime volontà politiche di Sebastiano Tusa, quasi una sorta di testamento: dal finanziamento dei restauri del castello di Maredolce e del duomo di Monreale, passando per due disegni di legge che modificano la precedente normativa sul Consiglio regionale per i Beni culturali e paesaggistici (legge 80/1977) e sulla istituzione del sistema dei Parchi archeologici in Sicilia (legge 20/2000).

Un segno tangibile per ricordare l'archeologo tragicamente scomparso domenica in seguito ad un incidente aereo avvenuto in Etiopia. In apertura della seduta - presieduta dal vicepresidente Gaetano Armao, vista l’assenza del presidente Nello Musumeci, ancora convalescente dopo un piccolo intervento chirurgico - Tusa è stato ricordato con un commosso minuto di silenzio: al posto che l’assessore normalmente occupava nella sala Giunta un mazzo di fiori. Quindi il Governo regionale ha deciso di approvare proprio le ultime proposte avanzate da Tusa nelle scorse settimane.

Con la prima delibera è stato deciso di finanziare - con 5 milioni di euro del Patto per il Sud - sei interventi di risanamento e valorizzazione di alcuni edifici dell’Isola. In particolare, circa 2,6 milioni di euro verranno utilizzati per il Castello di Maredolce a Palermo (restauro dell’edificio del Complesso, realizzazione di una piazza nell’area antistante e sistemazione del Parco). Gli altri 2,4 milioni di euro sono destinati per il completamento del rifacimento e la manutenzione straordinaria delle coperture, il restauro delle superficie decorate e il trattamento dei soffitti del Duomo di Monreale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di ilTafano
    ilTafano

    Con tutto il dovuto rispetto per il morto. Ma chi ci dice che "le sue volontà politiche" siano le giuste idee. Che è, si agisce come il solito sull'onda dell'emotività? Ma poi cosa c'entrano "le volontà politiche", mica sono beni disponibili per volontà testamentaria.

    • Si tratta di idee discusse ampiamente ed accettate.

  • Poveretto, aveva tante di quelle idee...

  • Un modo splendido per onorarlo. Mi dispiace solo che ci sia voluta una tragedia per "mettere in cantiere" proposte avanzate già da qualche anno (come i progetti per il Castello di Maredolce).

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Caos all'ospedale Ingrassia, paziente muore e familiari aggrediscono cardiologo

  • Politica

    "In discarica anche i rifiuti differenziati? Falsità", sopralluogo di Catania a Bellolampo

  • Sport

    Non solo famiglie, ma anche anziani e disabili: in 25 mila per StraPalermo e StraPapà

  • Cronaca

    Incendiata auto ad attivista di Libera, Don Ciotti: "Una sfida per tutti noi"

I più letti della settimana

  • Tragedia al Villaggio, ragazza si suicida lanciandosi dal balcone

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Scoperta loggia segreta che condizionava la politica: 27 arresti, c'è Francesco Cascio

  • Scoperta loggia supersegreta, ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • "Imprenditore vicino ai boss": sequestro da 7 milioni, c'è anche il Bar Splendore

  • Papà non legge messaggio sul gruppo Whatsapp, bimbo di 8 anni escluso dalla gita

Torna su
PalermoToday è in caricamento