Reddito di cittadinanza, Munafò: "Non siano i nuovi Lsu e Orlando non illuda la gente"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Utilizzare i percettori del reddito di cittadinanza per i mercatini, spiagge e la pulizia delle strade? Giusto valorizzarli, ma non si giochi con la speranza delle persone. Non possono diventare i nuovi Lsu”. Lo afferma Stefania Munafò, commissario cittadino di Diventerà Bellissima, commentando l'annuncio del primo cittadino. “L’iniziativa può sembrare lodevole - dice Munafò - così come il coinvolgimento degli enti privati e del terzo settore attraverso espliciti bandi, ma il modo in cui si sta presentando rischia di gettare fumo negli occhi e alimentare speranza impossibili. La legge sul reddito di cittadinanza stabilisce che il beneficiario di tale provvidenza è tenuto ad offrire la propria disponibilità per la partecipazione a progetti a titolarità dei Comuni, utili alla collettività, in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni, presso il Comune di residenza. Serve maggiore chiarezza prosegue Munafò - perché le attività previste nell’ambito dei progetti non sono assimilabili ad attività di lavoro subordinato, parasubordinato o autonomo e non determinano la instaurazione di un rapporto di lavoro. Questo al fine di evitare di alimentare false speranze in questi percettori che non dovranno diventare una nuova platea di precari come gli Lsu, da anni in attesa di una stabilizzazione presso gli enti utilizzatori o di erogazione di incentivi regionali. Ricordo, inoltre, che i partecipanti ai progetti - dice ancora Munafò - non possono svolgere attività in sostituzione di personale dipendente, non possono ricoprire ruoli o posizioni nell’organizzazione del proponente il progetto, non possono sostituire lavoratori assenti a causa di malattia, congedi parentali, ferie ed altri istituti, o venire impiegati per far fronte esigenze di organico in periodi di particola intensità di lavoro. Vigilerò sull’utilizzo dei percettori del reddito di cittadinanza e su una gestione attenta e concreta dei piani di utilizzo".

Torna su
PalermoToday è in caricamento