Centri raccolta nei quartieri e nuova organizzazione del servizio rifiuti: "Così risaniamo la Rap"

Prosegue l'attività del gruppo di lavoro voluto dal sindaco Orlando: l'assessore al Bilancio D'Agostino incontra l'amministratore unico della società Norata. "Nel piano industriale rivisitazione di raccolta, spazzamento strade e valorizzazione della differenziata a Bellolampo"

La stretta di mano tra l'assessore al Bilancio D'Agostino e il presidente della Rap Norata

Rivoluzionare la raccolta dell'immondizia e lo spazzamento delle strade, fare di Bellolampo un polo industriale di valorizzazione dei rifiuti differenziati, apertura delle maxi isole ecologiche nei quartieri. Così il gruppo di lavoro voluto dal sindaco Leoluca Orlando intende rilanciare la Rap. Come l'Amat, anche l'ex municpalizzata che si occupa d'igiene ambientale verrà sottoposta ad un piano di risanamento finanziario. "Una questione legata al piano industriale in corso di definizione" spiega l'amministratore unico Giuseppe Norata, che dopo Giusto Catania ha incontrato l'assessore al Bilancio Roberto D'Agostino.

"Il nuovo corso dell’amministrazione - prosegue - è volto al risanamento dell’azienda. Nel piano industriale vengono strutturate le nuove prospettive per la rivisitazione della raccolta e dello spazzamento in città, il nuovo assetto impiantistico di Bellolampo ove lo stesso è sempre più visto come polo industriale di gestione e valorizzazione dei rifiuti urbani".

"Non appena insediato - aggiunge l’assessore al Bilancio Roberto D’Agostino - ho subito voluto incontrare l'amministratore e alcuni dirigenti per approfondire le problematiche ed avere contezza delle priorità da affrontare, mettendomi subito a lavoro. L’attenzione è massima: proprio stasera incontreremo il sindaco assieme al gruppo di lavoro, al fine di illustrare le nostre risultanze. Stiamo lavorando su più fronti oltre al piano industriale triennale, al budget 2019, all’individuazione in città dei possibili Centri comunali di raccolta e in particolare sul reperimento dei fondi che potranno essere utilizzati per la logistica del personale (gli spogliatoi ad esempio) e per le aree di parcheggio da utilizzare per la movimentazione e stallo dei mezzi di Rap".

Su quest’ultimo punto, domani è previsto un incontro con tutti i presidenti di Circoscrizione per presentare il progetto e riferire dei fondi già individuati per le mini-opere da realizzare all’interno dei Centri comunali di raccolta.

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

  • Sognando la villa con piscina a Mondello, costi e tempi per averne una in giardino

I più letti della settimana

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, frontale fra due furgoni: grave un quarantenne

  • Turista denuncia sera da incubo alla Vucciria: "Trascinata in auto e palpeggiata"

  • Cantante neomelodico oltraggia Falcone e Borsellino su Rai2: scatta indagine interna

Torna su
PalermoToday è in caricamento