"Patto" Comune-cittadini per pulire la città, M5S a Orlando: "Basta con le prese in giro"

Aldo Penna e Antonino Randazzo, rispettivamente deputato e consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle, replicano all'annuncio fatto dal Sindaco di un piano straordinario di pulizia della città: "Rasentano il patetico"

"Caro Orlando, facciamo un patto: inizia a non prendere più in giro i cittadini palermitani con le tue chiacchiere e i tuoi vuoti proclami". Aldo Penna e Antonino Randazzo, rispettivamente deputato e consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle rispondono così all'appello lanciato nei giorni scorsi dall'amministrazione comunale. Orlando ha infatti annunciato un piano di pulizia straordinaria della città accompagnato da una campagna di comunicazione per proporre un "patto ai cittadini": il Comune pulisce ma i palermitani si impegnano a non sporcare.

"Il sindaco Orlando e la sua Giunta - replicano in un post su Facebook i pentastellati - hanno presentato l’ennesimo piano speciale e straordinario per ripulire i vari quartieri della città abbandonati e potenziare i controlli, fin qui inesistenti. Negli ultimi sette anni più volte sono stati annunciati piani ed iniziative straordinarie, puntualmente disattese: nel 2012 Orlando chiede ad Amia un piano di pulizia straordinario; nel 2013 viene approvato un piano in 11 punti per interventi straordinari di pulizia in città, rifiuti ingombranti, spazzamento e diserbo; nel 2014 debutta la RAP e un nuovo piano 'Adesso ricominciamo a pulire'; nel 2015 vengono individuati settanta operatori per interventi straordinari; nel 2016 viene annunciato un piano straordinario per la pulizia della costa; nel 2017 ancora un nuovo piano di pulizia straordinario, con priorità ad ingombranti e spazzamento".

Pulizia straordinaria della città al via, in campo una task force: "Cittadini non sporcate"

Secondo Penna e Randazzo "La pompa magna con cui, anche stavolta, si sono annunciate attività di ordinaria amministrazione che i cittadini già pagano senza ricevere in cambio nulla, insieme agli appelli rivolti da Orlando, con il contributo di personalità della cultura e dello spettacolo, ai palermitani per tenere la città pulita rasentano il patetico. Palermo si tiene pulita, innanzitutto mettendo la Rap in condizione di fare il proprio dovere: spazzare regolarmente le strade, svuotare i cestini, operare per una buona differenziata e se ciò non avviene, compito del Sindaco è agire a partire dai dirigenti responsabili dei disservizi. Tutto il resto sono soltanto scuse di un sindaco che in quasi trent’anni di mandato ha sempre fallito questa sfida di civiltà, finendo per rivendicare a Palermo, compromessa in partenza la possibilità di essere una città 'europea', un primato tra le città mediorientali, non accorgendosi però che con molte di quelle città la sfida l’abbiamo da tempo persa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

Torna su
PalermoToday è in caricamento