L'alfa e l'omega di Sala delle Lapidi: Tantillo stakanovista, Caronia la meno presente

La presidenza del Consiglio comunale ha diffuso ufficialmente il computo delle presenze. Sul podio anche Terrani (Mov139), Mattaliano (Coraggiosi), Scarpinato (Democratici e popolari) ed Evola (Sinistra Comune). In coda Meli (Sicilia Futura) Gelarda (M5S) e Mineo (Fi) 

Sala delle Lapidi

Se Giulio Tantillo è lo stakanovista di Sala delle Lapidi, Marianna Caronia detiene il record di assenze. Ecco l'alfa e l'omega del Consiglio comunale, che si evince dal computo delle presenze rilevate dai verbali delle sedute. A diffonderli ufficialmente è la presidenza del Consiglio comunale. Da agosto del 2017 a maggio del 2018, si sono svolte 122 sedute (104 convocate e 18 di prosecuzione) nell'assemblea cittadina: il vicepresidente Tantillo, capogruppo di Forza Italia, ha collezionato 118 presenze; Caronia solo 47. Nel mezzo gli altri 38 consiglieri eletti a Sala delle Lapidi.

Sul podio troviamo Massimiliano Giaconia (Palermo2022) e Cesare Mattaliano (Coraggiosi) con 115 presenze, più tre consiglieri ex aequo: Sandro Terrani (Mov139), Francesco Paolo Scarpinato (Democratici e popolari), Barbara Evola (Sinistra Comune), tutti con 114 presenze. Nella parte bassa, oltre a Marianna Caronia, figurano anche Caterina Meli (Sicilia Futura) con 81 pesenze, Igor Gelarda (M5S) con 86 e Andrea Mineo Forza Italia) con 87. 

Le presenze dei consiglieri: il dettaglio

Caronia da quando è stata eletta all'Ars, dove è presidente del gruppo Misto, si è vista pochissimo tra i banchi di Sala delle Lapidi (anche a causa di problemi di salute); mentre il poliziotto Gelarda, tra gli altri, ha disertato varie sedute perché dal 5 settembre al 12 marzo è stato impegnato a Vibo Valentia in un corso di formazione dopo aver vinto il concorso per viceispettore. Al di là della presenza fisica in Aula, va detto che l'attività dei consiglieri comunali si misura soprattutto dagli atti prodotti: delibere, mozioni, interrogazioni. E in questo scorcio di consiliatura, rispetto al passato, la "produttività" del Consiglio è calata. 

"Il report  - commentano da Sinistra Comune - segnala che il nostro gruppo (composto da Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno) partecipa più di ogni altra forza politica alle attività dell'aula consiliare. Il rilievo ha un duplice significato, perchè oltre a denotare senso di responsabilità istituzionale, disegna il ruolo e il coinvolgimento politico del gruppo consiliare nel corso dei lavori d'aula. Il dato non è semplicemente il risultato di una media aritmetica (che scaturisce dalla registrazione delle presenze dei gruppi consiliari composti da almeno due consiglieri) ma la proiezione di un impegno concreto e quotidiano per il futuro della città.  Se oltre ad analizzare, infine, la semplice presenza in aula si potesse monitorare il numero di ore di permanenza dei consiglieri comunali, emergerebbe con ancora più evidenza il primato del gruppo di Sinistra Comune".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento