Gli studenti vestono i panni del legislatore grazie al progetto GiovanIstituzioni

L'iniziativa, ideata dalla deputata in quota M5s Elena Pagana e realizzato col contributo della Fondazione Federico II, è stata presentata questa mattina all'Ars. Il presidente Miccichè: "Importante avvicinare i ragazzi alle istituzioni"

La presentazione del progetto all'Ars

Avvicinare i giovani alla politica facendogli conoscere il funzionamento del Parlamento siciliano e delle istituzioni in generale. E' questo l'obiettivo del progetto GiovanIstituzioni, ideato da Elena Pagana e realizzato col contributo della Fondazione Federico II, presentato questa mattina a Sala d'Ercole.

"Grazie a questo progetto - commenta il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè - parecchi studenti si sono cimentati nella redazione di disegni di legge che, dopo un’approfondita discussione, sono stati pubblicati sulla Gazzetta delle giovani istituzioni”. Alcune di queste leggi sono significative perchè rivelano la sensibilità di questi ragazzi verso alcuni temi: come l’aumento del reddito a sostegno delle famiglie bisognose, la valorizzazione delle attività motorie nella scuola primaria, la prevenzione e contrasto al cyber bullismo, il divieto di utilizzo di plastica nella ristorazione domestica, l’eliminazione delle barriere architettoniche nei campi da gioco, la creazione di aule digitali in tutte le scuole della Sicilia, tutela dell’ambiente e lotta alle discariche abusive e lotta al randagismo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Penso che noi adulti - continua Miccichè - dovremmo fare nostri questi temi. Questo gioco della democrazia è molto utile per fare nascere e crescere la consapevolezza di essere la classe dirigente del futuro. Dobbiamo sforzarci di indurre i nostri ragazzi ad amare la politica e non cadere nella trappola di chi, invece, la demonizza”. Presenti a Sala d’Ercole il direttore generale della Fondazione Federico II, Patrizia Monterosso, l’assessore alla Pubblica istruzione Roberto Lagalla e il direttore, facente funzioni dell’Ufficio scolastico regionale, Raffaele Zarbo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Mafia, colpo al mandamento della Noce: ecco i nomi degli 11 arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento