Balestrate, si sblocca l'iter per la messa in sicurezza del porto: aggiudicata la gara 

Il progetto esecutivo dovrà ridurre il rischio di caduta massi dal costone che sovrasta il tratto di costa Conchiglia-Croce, oltre ad individuare la soluzione tecnica più idonea per la raccolta delle acque bianche di scolo provenienti dal centro abitato

Il porto di Balestrate visto dall'alto

Si sblocca, dopo anni, l'iter per la riqualificazione del tratto di costa Conchiglia-Croce, a Balestrate. Sarà la Rtp Mediterranea Engineering-Pro Geo Prog a realizzare il progetto definito per la messa in sicurezza dell'area, porto incluso. La società si è aggiudicata la gara bandita dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico della Regione, il cui commissario è il presidenteNello Musumeci. 

L’opera, attesa da tempo, restituirà piena fruibilità al porto - motore dell’economia e del turismo locale - dopo le frane che si sono avute negli anni scorsi e che hanno causato la chiusura di una sua parte per motivi di sicurezza. Si dovrà intervenire sul costone che sovrasta l’area e che presenta un elevato grado di degrado geomorfologico. Il progetto esecutivo individuerà la soluzione tecnica più idonea per la raccolta delle acque bianche di scolo provenienti dalla zona del centro abitato a monte, oltre al consolidamento della zona soggetta all’erosione. L’obiettivo è quello di ridurre il rischio di caduta massi sulla spiaggia e sulla banchina del porto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento