Piano Trabucco approvato, Giaconia: "Penalizzate piccole attività commerciali"

Cruillas

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Con l'approvazione del "Piano Particolareggiato Trabucco", per l'ennesima volta il Consiglio Comunale ha dimostrato disinteresse ai pareri obbligatori che la Circoscrizione è chiamata a esprimere come previsto dall'articolo 9 comma 5 del Regolamento per il Decentramento, tantomeno per le motivazioni che ha spinto il Consiglio della VI Circoscrizione a esprimere parere contrario per ben tre volte proprio sul P.P. Trabucco.

Il Consiglio Comunale in questa vicenda si è dimostrato molto superficiale a non tenere conto dei pareri della Circoscrizione, considerato che sono i Presidenti e noi Consiglieri circoscrizionali che conosciamo più di tutti le necessità dei territori e dei cittadini, poiché siamo noi costantemente in contatto con i cittadini, pertanto non avere ascoltato la Circoscrizione di fatto, il Consiglio Comunale non ha ascoltato i cittadini.

Al momento in cui il Piano troverà attuazione, i problemi del quartiere Cruillas aumenteranno notevolmente, tutta la località ne trarrebbe solo svantaggi, a cominciare dalla viabilità e vivibilità, poiché le opere di urbanizzazione previste nel P.P non sono corrispondenti alla rilevanza della zona commerciale che si vuole realizzare e all'utenza che la stessa di conseguenza attrarrebbe inoltre i parcheggi e gli spazi verdi previsti, sarebbero esclusivamente a servizio della zona commerciale e non per la collettività.

Cruillas è un quartiere che è molto carente in termini di viabilità, e con la nascita di un'area commerciale di questa portata e in più senza prevedere contestualmente all'attuazione del P.P. idonee opere finalizzate a migliorare la viabilità, il quartiere diverrebbe completamente invivibile. Per non parlare delle piccole attività commerciali, la maggior parte a conduzione familiare, storicamente presenti nel quartiere e zone limitrofe, già in difficoltà per la forte crisi del momento e per la vicina presenza di centri commerciali come La Torre, Conca d'Oro, e grandi supermercati come i Conad di via Mandalà e di viale Michelangelo, Penny in viale Michelangelo e Paghi Poco in via Brunelleschi, che con un'altra area commerciale di questa portata abbasserebbero sicuramente le saracinesche.

Siamo seriamente delusi per come il Consiglio Comunale ha gestito questa vicenda e nel contempo siamo preoccupati per le conseguenze negative del P.P. che colpirebbero il quartiere e i sui abitanti, speriamo che quantomeno l'Assessorato Regionale al Territorio ponga rimedi. In tutto questo, l'unica nota positiva emersa nella stessa seduta di Consiglio che ha visto l'approvazione del P.P., è che si è accennato qualcosa che riguarda la realizzazione del prolungamento di via Roentgen su viale Regione Siciliana, opera fortemente chiesta dalla Circoscrizione con delibera numero 127 del 10 giugno 2014 proposta da me e dal Cons. Roberto Li Muli supportata da più di 1000 firme.

Il Vicepresidente della VI Circoscrizione, Massimiliano Giaconia

 
Torna su
PalermoToday è in caricamento